Diciamo che, il famoso bicchiere di vino e un panino, sono una gran bella cosa ma non li indentificherei come simboli della felicità, ed anche tutte le altre descrizioni di felicità di mille canzoni non soddisfano un concetto così complicato come la felicità. Ecco appunto: concetto complicato. Cos’è la felicità?

Molti pensano che la felicità sia, per esempio, avere tutto: soldi, sesso, salute, amore, chissà magari è vero, le tre ESSE sono sinonimi di felicità per definizione.

Accidenti allora non è poi così complicato?! Allora spostiamo l’obiettivo sul come fare tanti soldi, sul come fare buon sesso per tutta la vita, su come essere highlander e sull’amore unico e perfetto. Ehm, no, non ci siamo direi. L’obiettivo pare abbastanza complicato e quindi anche la felicità è complicata. Siamo daccapo.

Cos’è la felicità? Possiamo allora usare parole come: serenità, equilibrio interiore, tranquillità, voglia di vivere sempre al meglio; ergo: la felicità non attiene alla sfera della materialità ma è intangibile.

Ancora più difficile, quindi.

Altra difficoltà: cosa ci porta ad inseguirla? Perché, molti di noi cercano quella felicità intangibile, ma che ci rende vivi e ci fa andare avanti in questo cammino chiamato vita? Ognuno di noi ha nel cuore mille pensieri che potrebbero rispondere a questa domanda, il problema è che i nostri pensieri di felicità non solo, sono spesso nascosti nel nostro intimo, tant’è che non siamo sempre sinceri con noi stessi, ma soprattutto spesso pensiamo a quanto sia tutto così inarrivabile.

Ed ecco che la nostra ricerca della felicità diventa più facile se la rendiamo tangibile, se la trasformiamo in cose, se la interpretiamo non come essere ma come avere, anzi possedere, ed ecco che iniziamo a cercare di ottenere un posto nella società, una casa, una famiglia, una bella macchina, un bel fisico e tanto altro.

Nel nostro cuore sappiamo che non è questa la felicità ma, è talmente difficile, che alla fine molti di noi si accontentano.

D’altronde magari è pure vero che:

meglio morire in Mercedes che in Cinquecento?!

Anche se non ricordo chi lo diceva…

So che non ho né una Mercedes né una Cinquecento e quindi temo dovrò scegliere altri modi per essere felice.

Per esempio il buon cibo?!

Buona ricerca della felicità a tutti!

Arianna Capodiferro

alias @arica72

 

 

 

 

Condividi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: