Da bambino volevo essere un super eroe. Volevo, indossando una maschera, tirare fuori tutti i miei talenti nascosti e fare giustizia. Salvare gli amici, perchè un mio sogno era di essere amico di tutti, fare da collante non da rottura, portare pace, anche se combattevo per questa pace.

Allora mi mettevo quella maschera, quel mantello e vivevo avventure incredibili, mi sentivo invincibile. Ora la maschera mi sta stretta, il mantello sembra un bavaglio ed ho perso i miei superpoteri. Potessi tornare, anche solo per un secondo, a quando mettevo la maschera, facevo anche il verso (tipo cushhh) ed ero un altro me: volavo, spostavo oggetti con la mente, tiravo fulmini, ero bellissimo con il mio costume, tutto era sotto controllo ed io ero immortale.

Capisco perchè le persone si mascherano oggi: perchè mancano sicurezze, perchè usiamo dei simboli per modificare l’approccio ad una realtà che non ci piace o che ci rende instabili, perchè abbiamo paura di non essere abbastanza, o forse, solo perchè non abbiamo capito che siamo perfetti in un mondo imperfetto.

Tutto nasce quando ci costruiamo dei modelli errati. Si, perchè per stare bene al mondo, non servono super poteri (anche se, la capacita di lanciare dei fulmini, mi intriga ancora), in fondo, servono solo delle piccole cose, tante, giorno per giorno. In realtà: un pizzico di intelligenza, la voglia di ridere, capire dai propri errori, essere gentili, saper amare, meravigliarsi ancora… Questi sono super poteri!!

Saper vivere la vita è un super potere, grosso, non aver paura di sorpassare di un passo i propri limiti ed aprire sempre nuovi orizzonti, credo che superino di gran lunga la telecinesi, poi chi se frega di muovere un oggetto pensandolo, quando hai le braccia apposta per quello.

Anche il volare, bellissimo potere! Quante volte avrei voluto saper volare, poi, pensandoci bene bene, avete presente che freddo e che pressione ci sono sopra i mille metri di altitudine? Cioè, volare abbardati come omini della Michelin, non deve essere comodo; di volare basso… non se ne parla proprio! Non è forse meglio, avere il potere di volare con i pensieri ed essere leggero dentro, senza ansie, planare sulle cose dall’alto, come diceva Calvino?

Anche la bellezza, uno dei super poteri di oggi, fine a se stessa che fa? Se poi dentro c’è il vuoto o poco spessore, la vecchia storia dei belli dentro, più che belli, pieni di cose, perchè solo quando possiedi qualcosa dentro lo puoi donare, avere qualcosa da condividere, saper far emozionare, dare i brividi,(il potere di dare i brividi, mi da i brividi solo al pensiero), certo non bisogna trascurarsi o lasciarsi andare, perchè anche star bene con se stessi è un grandissimo potere.

Poi l’intramontabile potere del controllo, epoche storiche macchiate di sangue e terra, ne sono state divorate. Anche oggi si brama, il potere di imporre la propria volontà sugli altri, avere dipendenti emotivi che ci dicono si, ci portano su un palmo della mano: per paura di una reazione, perchè allettati da un condizione favorevole o semplicemente perchè da soli non si bastano. Non so voi, ma io con queste persone ci rimango sempre male, lasciano l’amaro, sono alberi dai frutti brutti. Invece l’empatia, sentire cosa gli altri sentono, provarlo sulla pelle senza esserne coinvolto, vivere emozioni per induzione, cose vere non pasticci illusori, Non è questo un meraviglioso potere? Tutti lo sentiranno che ci sei, che sei diverso, già dentro e non ai confini delle persone, tutto scorre, tutto ha più sapore.

Ho voluto lasciare per ultimo il potere della vita eterna, l’immortalità del corpo. In effetti è allettante non morire mai, esistere di continuo, però alla fine non riuscirai più ad affezionarti a nessuno, tutti cadranno accanto a te, si accumulerebbe un sacco di tristezza nel cuore. Invece, il potere di: rinascere, rialzarsi dalle situazioni, piegati, ma mai spezzati, il saper reggere alla cose, la scorza dura, un animo temprato… Questi voglio come poteri, dei super poteri felici!

Contando che il più grande potere di tutti è la conoscenza del mondo, di come funzionano le cose e di se stessi… non ho smesso di voler essere un super eroe, ho solo cambiato i super poteri.

Metto la meschera stretta, il mio mantello/bavaglio (cushhh) e plano dall’alto sui vostri pensieri.

A presto.

@ilPhirlosofo

(Vi lascio alla filosofia dei supereroi, da Kill Bill vol 2. Magari anche voi, domani, vi svegliate già super eroi).

Condividi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: