Al rientro dalle feste la parola d’ordine è “niente eccessi”. Il ché è anche abbastanza facile da un lato, visto che abbiamo mangiato l’impossibile per due settimane e fare di peggio è davvero arduo. Tuttavia, anche pensare di mettersi a dieta rischia di essere solo una vana intenzione, poiché inviti e cene con amici e parenti sono sempre dietro l’angolo.

Ad ogni modo, se vi serve una ricetta facile da realizzare e che sia anche leggera e salutare questa fa davvero per voi.

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr di mezze maniche
  • 2 arance (meglio se non rosse)
  • 200 gr di tonno fresco
  • prezzemolo
  • sale
  • pepe
  • olio evo

La ricetta è estremamente veloce e semplice da realizzare.

Pelate le arance a vivo e mettetele nel mixer ad immersione insieme ad un filo d’olio ed un pizzico di sale e pepe. Mixate bene ed assaggiate per essere sicuri che ci sia il giusto equilibrio tra arancia ed olio. Quando sarete soddisfatti, passate la salsa al colino per eliminare eventuali resti di semi.

N.B. Se per caso avete delle arance di cui conoscete la provenienza o che siano biologiche (ma biologiche vere, non di quelle che costano come il platino ma sono trattate con qualsiasi schifezza), prima di pelarle a vivo mettete da parte lo strato superiore della buccia, senza la parte bianca, e tagliatela in una julienne finissima.

Tagliate il tonno a dadini e mettetelo a marinare nella salsa, rimescolando e poi lasciandolo riposare: un quarto d’ora sarà sufficiente ed avrete tutto il tempo per dedicarvi alla cottura della pasta.

Fate bollire l’acqua salata e calate la pasta (ricordate: la dose consigliata generalmente è di 80 gr per persona).

Più o meno a metà cottura, mettete a riscaldare a fuoco medio una padella con un filo d’olio, scolate il tonno e recuperate la salsa di arancia. Assaggiate la pasta (fidatevi del vostro giudizio, non dei tempi indicati sulle confezioni: la pasta è pronta quando è pronta, non quando sono passati X minuti!) e poco prima che sia pronta scolatela (tenendo da parte un po’ di acqua di cottura) per terminarne la cottura in padella aggiungendo parte della marinatura. Se questa dovesse restringersi eccessivamente, potete aggiungere un filo di acqua di cottura che, contenendo amido, aiuterà la formazione di quella cremina che rende tanto buona la pasta.

Terminata la cottura della pasta, spegnete il fuoco, aggiungete il tonno e mescolate in modo che il tutto si amalgami bene.

Fate le porzioni, aggiungete un po’ della marinatura rimasta ed il prezzemolo che avrete tritato. Se piace, potete aggiungere anche una spolverata di pepe e l’eventuale julienne di buccia d’arancia, che darà ancora più profumo al piatto.

Non si tratta del piatto più economico del mondo, ma è essenziale che il tonno sia freschissimo: volete regalare un’esperienza ai vostri commensali, ma che si concluda con un sorriso a tavola e non con una smorfia in ospedale!

Lello

Instagram: lellskitchen

Condividi

Comments (3)

  1. L’ha ribloggato su Titolo sito.

  2. Molto goloso!!!

    1. Grazie 🙂

Lascia un commento