Quiche con ziti, pancetta e formaggio

Quando si pensa alla quiche, di solito, viene in mente la Quiche Lorraine e le sue innumerevoli varianti, ma difficilmente viene da pensare di riempirla con della pasta. Io ho voluto provarci usando un formato spesso sottovalutato, gli ziti, ottimi con sughi corposi (ad esempio la Genovese) e che danno grandi soddisfazioni anche usati per una pasta al forno.


Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta brisée
  • 200 gr di ziti
  • 200 gr di pancetta
  • 50 gr parmigiano reggiano
  • 50 gr taleggio
  • 3 uova
  • una confezione di panna da cucina
  • latte q.b.

Foderate la teglia (imburrata o trattata con gli appositi spray antiaderenti) con la pasta brisée ed infornate per una prima cottura a 180°C bucherellando il fondo con una forchetta e ricoprendolo con ceci o fagioli secchi in modo da evitare antiestetici rigonfiamenti della pasta. Fate un controllo dopo 15 minuti circa, ma tenete presente che i tempi di cottura possono variare in base alla qualità del forno.

Fate sempre una precottura quando usate un ripieno inizialmente molto umido o con verdure non cotte, per evitare che il fondo della brisée si bagni e non cuocia.

Nel frattempo, mettete la pancetta tagliata a cubetti in una padella senza olio e su fuoco medio. Attendete che butti fuori il suo grasso e che sia cotta, poi passatela su della carta assorbente per eliminare l’eccesso di grasso e tenetela da parte.

Mescolate uova, parmigiano (grattugiato), taleggio (a cubetti), panna da cucina e latte quanto basta per rendere il composto sufficiente per riempire lo stampo ma senza essere eccessivamente liquido. Non aggiungete sale: la sapidità sarà data dalla pancetta e dal formaggio. Scegliete il formaggio che preferite al posto del taleggio ma attenzione al gusto: con un Emmentaler avrete una nota di sapidità in meno e potrebbe prevalere quella dolce.

Calate gli ziti in acqua bollente salata senza spezzarli in 4-5 pezzi parti, li taglierete quando farete le fette di quiche. Se avete una pentola abbastanza grande potete lasciarli interi oppure farli a metà, in modo da rendere più veloce la fase successiva.

A metà cottura scolate la pasta: armati di santa pazienza fate dei cerchi concentrici con gli ziti all’interno della pasta precotta. Questa operazione vi permetterà di avere un risultato esteticamente più carino una volta tagliate le fette. Fatto il primo strato di pasta distribuitevi sopra metà della pancetta in maniera uniforme e versatevi metà del condimento. A questo punto ripetete l’operazione con il secondo strato di pasta e di ciò che resta della pancetta e del ripieno.

Infornate a 180°C per 20 minuti circa. Quando la pasta inizierà a fare la crosticina il piatto sarà pronto. Sfornatelo, lasciatelo raffreddare un attimo e poi buon appetito.

Se avete problemi con le proteine del latte potete usare brisée senza latte, rivestire la teglia con margarina (o con spray apposito) e scegliere solo parmigiano 36 mesi (raddoppiandone la dose). Per la componente liquida potete usare panna di riso e latte di riso, che sono anche un po’ più dolci e controbilanciano l’eccesso di sapidità dovuto alla maggiore quantità di parmigiano.

Lello

Instagram: lellskitchen

Condividi

Lascia un commento