Il nero della tristezza. 

Il rosso dell’amore e della passione. 

Il rosa e l’azzurro dei fiocchi che annunciano la nascita dei figli. 

Il verde di un pascolo rigoglioso. 

Il grigio di quelle cinquanta sfumature (che cazzata di film). 

Il giallo di un  canarino. 

E  poi ti ritorna in mente quel foglio tutto colorato appeso su uno dei muri dell’asilo, in cui il cuore era viola, il cielo arancione, l’uccellino era azzurro, quel bimbo disegnato aveva i capelli verdi e quell’altro dalle foglie azzurre e blu. 

E  ti rendi conto in un solo momento che dobbiamo affidarci  alla fantasia, che i colori possono tutto, che in fondo nessuno meglio di noi stessi può stabilire cosa è bianco e cosa nero. Capisci che il tuo personalissimo arcobaleno non è fatto solo di sette colori, ma di mille e mille altri. 

E sorridi. 

@immaginoleggero

Condividi

Lascia un commento