Ci sono giorni che prende la malinconia, non hai voglia di fare nulla, nemmeno di parlare di pensare. Le lacrime scendono silenziose e non le puoi fermare. Perchè succede? Un momento stai bene e un’attimo dopo sei triste. La scusa più banale e frequente per le donne è il ciclo, ormoni impazziti e quant’altro. In parte è vero, ma no è solo quello.

Alle persone più sensibili ed emotive basta un ricordo triste, un grave fatto di cronaca, una pioggia improvvisa, una parola sbagliata, una chiamata che non arriva e chi più ne ha più ne metta, basta un niente e crollano tutte le difese, ti senti spento, svuotato e vulnerabil ma, altrettanto velocemente, si può ritrovare il sorriso, con l’abbraccio di una persona cara, la parola di un amico o il sorriso di uno sconosciuto.

Forse un po’ di malinconia ogni tanto fa bene, per riflettere e prendere fiato, per prendere le distanze da ciò che ci fa star male.

Solo un po, non permettiamo a niente e a nessuno di toglierci il sorriso.

@danpuzzle72

Immagini dal web

Condividi

Lascia un commento