Dessert alla frutta senza cottura

Il dessert è una portata dolce, che viene di regola servita alla fine del pasto. La parola, deriva dal verbo francese desservir (il/elle dessert) che per l’appunto significa “sparecchiare”. 

Nonostante l’usanza di mangiare frutta fresca a fine pasto sia molto vecchia, il dessert entra a far parte del pasto occidentale solo in tempi relativamente recenti. Prima del XIX secolo (che ha portato la meccanizzazione nell’industria dello zucchero, i dolci erano un privilegio del tutto aristocratico o una rara pietanza dedicata alle feste. Solo quando lo zucchero divenne più economico e più disponibile crebbe lo sviluppo e la popolarità del dessert. In molte culture, questa usanza, non è prevista, ad esempio nella cucina cinese, un mix di piatti dolci e saporiti vengono distribuiti durante tutto il pasto.

Tra le varie tipologie di dessert, troviamo il dolce al cucchiaio. Dessert o prodotto di pasticceria, dalla consistenza cremosa, morbida o spumosa, che necessita, appunto, dell’utilizzo di un cucchiaio. Generalmente si tratta di dolci da frigorifero.

Il dolce al cucchiaio senza cottura di oggi, prevede pochi ingredienti, molta frutta ed è velocissimo da realizzare.

Ingredienti per 8 persone:

500 ml di panna per dolci

350 gr di melone bianco (sbucciato)

3 albicocche

1 percoco o pesca 

succo di 1/2 limone

zucchero a velo facoltativo

foglie di basilico o menta

Tagliate a pezzettini il melone e con un mixer ad immersione, frullatelo del tutto. In una ciotola, separatamente, montate a neve la panna ed una volta pronta, unite il melone frullato, mescolando dal basso verso l’alto. La mia versione non prevede zucchero, ma vi consiglio di assaggiare il composto e nel caso di aggiungere dello zucchero a velo. Versate il composto ottenuto in uno stampo per plumcake in silicone, oppure nel classico stampo in acciaio ricoperto completamente da pellicola trasparente. Lasciate in freezer a solidificare per almeno 4 ore.

Nel frattempo, sbucciate e tagliate a pezzi piccoli le albicocche ed il percoco (oppure la pesca) e trasferiteli in una padella antiaderente. Cuocete a fiamma media finchè non inizia ad addensarsi. A questo punto, prelevete tutto il contenuto della pentola e con un passino per lo zucchero a velo, separate la polpa dal succo. Versate la polpa in un piatto e il succo (ormai denso) nella pentola, unite il succo di mezzo limone e continuate a cuocere per formare un caramello denso (ma non troppo, serve a decorare il dolce.)

Sformate il plumcake in un piatto da portata e con delicatezza, versate sopra il caramello preparato prima. Decorate con la frutta appassita in padella messa precedentemente da parte e unite delle foglie di basilico o menta per dare colore. 

Si conserva in freezer e il consiglio è di uscirlo 30 minuti prima di consumarlo.

Potete sostituire il melone bianco con l’altra varietà, il francesino e la frutta appassita con kiwi e mele.

Condividi

Lascia un commento