Argomento caldo quello sull’immigrazione, argomento al quale ormai tutti legano tutto, violenza ed attentati in primis.

L’immigrazione però c’è sempre stata, è un fenomeno che potremmo definire sociale, storico, ciclico.

Fenomeno sociale perchè certamente va a modificare lo stato sociale per come ognuno di noi lo vive, anzi, bisognerebbe pensare che però non è sempre un male l’integrazione con altre culture.

Pensiamo ad un semplice viaggio di piacere, pensiamo all’arricchimento emotivo che normalmente ci lascia, pensiamo al fatto che conoscere altri modi di vivere può migliorare il nostro modo di vivere.

Fenomeno storico indiscusso, il popolo ebraico che lasciò la sua terra, i barbari e le invasioni, gli italiani stessi, alla fine della prima e della seconda guerra mondiale, che andarano in Europa, in America fino all’Australia. In quel preciso momento portarono tanto dell’Italia all’estero, lasciamo perdere i luoghi comuni di mafia, pizza e mandolino, perchè sono certa che converrete che non era solo quello l’italiano che emigrava con la valigia di cartone verso paesi non distrutti dalle guerre.

Fenomeno ciclico perchè è una specie di vortice, oggi a me e domani a te. Paesi poverissimi, con dittature, senza nulla di civile e senza nulla da offrire se non tanta povertà e lacrime. Cosa fareste voi? Non tentereste di vivere meglio?

Pensiamo ad un’unica grande popolazione che vive su una ed una sola terra, abbiamo questa ed ancora su Marte non si può vivere.  Purtroppo però questa grande popolazione non ha e non avrà mai un unico governo, un’unica legislazione ed un unico pensiero, la globalizzazione tanto millantata di fatto non si è davvero compiuta, perchè i popoli dal più grande al più piccolo litigano come i bambini litigano per un pallone, peccato che non siamo bambini e non siamo palloni.

Ed ecco che tutto ciò fa perdere il controllo a noi cittadini ed alle istituzioni, fa perdere anche il controllo a coloro che fino all’altro giorno si professavano liberi da qualsiasi condizionamento, fa perdere il controllo perchè il fenomeno dell’immigrazione del XXI secolo è enorme, incontrollato ed ingorvernato o governato male e non si parla solo dell’Italia. Si parla del MONDO.

Io sono per governi che sappiano gestire con l’Unione vera questo fenomeno ma non vedo nulla di fattivo, di vero e concreto.

Io ho paura di questo enorme flusso migratorio, ho paura del fatto che l’Italia sia considerata il corridoio del terrorismo, io ho paura ed  è vero. 

Io sono incazzata con chi mi dovrebbe dare certezze, le certezze io non le voglio solo per me, io le certezze le voglio per gli esseri umani. Esseri umani cittadini del mondo, di in un mondo che non è in grado di gestire i conflitti se non attraverso altri conflitti, altre guerre e tante troppe guerre tra poveri!

A tutto ciò si aggiungono i terroristi e nessuno che sappia come fermarli, forse saranno inarrestabili perchè in questo Mondo il Dio Denaro ha vinto tutto.

Il Dio Denaro è l’unico vero Dio che divide ed unisce a suo piacere questo povero mondo  ormai succube di un destino incontrollabile.

Arianna Capodiferro @arica72

Immagini dal web


Condividi

Lascia un commento