Mercoledì 13 settembre 2017, al Piccolo Teatro Studio Melato, nell’ambito del Festival Internazionale delle Drammaturgie – Tramedautore ho assistito allo spettacolo “Mi sa che fuori è primavera” tratto dall’omonimo libro scritto da Concita De Gregorio, e magistralmente interpretato, o per meglio dire vissuto e sentito, dalla straordinaria Gaia Saitta, che in un monologo incalzante interpreta Irina, a cui il marito ha sottratto le figlie, mai più ritrovate, e poi si è suicidato.

È un fatto di cronaca accaduto nel 2011.

Nella rappresentazione però i fatti non sono importanti.

E’ una storia di forza, di amore e di vita.

Di come si sopravvive al dolore, all’assedio dell’assenza di chi si ama e si può ricominciare a vivere e ad amare. Senza colpa.

In questo teatro piccolo, raccolto, intimo mi sono commossa. Uno spettacolo toccante, pulsante, vibrante, vivo. Grazie a Concita e a Gaia. Verrò a vederlo ogni volta che verrà rappresentato a Milano!

Il regalo di un’amica per tantipensieri

Immagini dal web

Condividi

Lascia un commento