Ma è vero che tutto ha un senso?

O siamo noi che vogliamo dare un senso a tutto?

Di sicuro abbiamo tutti i sensi per capire, saper o ignorare, sensi che ci permettono di vivere, in bene o in male, la nostra vita.

Abbiamo gli occhi, che guardano, parlano, occhi che si emozionano, che ridono e piangono, occhi per scoprire il mondo in tutta la sua grandezza.

Abbiamo le mani, che si cercano, si trovano e si uniscono. Mani per afferrare o per allontanare, mani per amare e per proteggere, mani che sanno anche far male.

Abbiamo la bocca, per parlare e comunicare, per esprimersi a parole ma anche con le smorfie. Bocca per baciarsi,baci d’affetto, di amicizia, d’amore, baci che suggellano l’inizio di una storia o di un’addio. Bocca per mangiare, nutrirsi, crescere.

Abbiamo il naso, per sentire i profumi della vita, gli odori dei ricordi stretti nel cuore, il profumo dell’amore, della pelle.

Abbiamo le orecchie, per ascoltare parole e suoni, voci e rumori della vita quotidiana.

E poi, il sesto senso, forse il mio preferito, un mix di tante sensazioni ed emozioni, un segnale che ci avverte, ci mette in guardia, ci consiglia, a volte ci spaventa, ci dà il coraggio di agire o di fermarsi.

Il sesto senso che tutti non hanno, o forse non lo sanno ascoltare.

Sensi che ci fanno vivere, emozionare, amare, ma che spesso ci dimentichiamo di usare.

@danpuzzle72

Immagini dal web 

Condividi

Lascia un commento