Aldilà della porta

La porta chiusa.

Chiusa una porta si apre un portone.

No. 

Quando una porta è chiusa resti solo,resti fuori dal mondo.

Chiusa la porta resti chiuso nel tuo mondo, isolato da tutti.

Fino a quando tu non decidi di riaprire quella porta.

Ma quando sei deluso,quando hai perso ogni fiducia, è difficile aprirsi uscire fuori, allo scoperto. 

La paura ti frena, appoggi la mano sulla maniglia, ma poi ti blocchi.

Sai quello che c’è fuori, e non vuoi affrontarlo di nuovo, non adesso, ancora no. 

E i giorni passano, la mano stringe più forte la maniglia, piano piano socchiudi la porta, provi a fare entrare uno spiraglio di sole, ma il bagliore ti acceca. È ancora troppo presto, gli occhi bruciano ancora per le lacrime versate.

Ancora non sei pronto per uscire.

Lasci passare i giorni, curando le ferite, mettendo insieme i pezzi.

Lentamente, senza fretta.

Hai bisogno di tempo, di stare da solo, per pensare, per riflettere, per capire. 

Un giorno troverai la forza per riaprire la porta al mondo, e non sarà più buio.

Al di là della porta ci sarà il sole, un prato verde su cui correre a piedi nudi, farfalle che volano nel vento, fiori colorati e profumati.

Al di là della porta ci sarà la vita.

@danpuzzle72

Immagini dal web

Condividi

Lascia un commento