Adoro Mina, interprete inimitabile, straordinaria (gusti permettendo naturalmente).
“Allora si” dall’Album “Mina 25” – anno 1983, è uno dei brani che preferisco.
Testo del mitico Franco Califano, poeta della vita, musica bellissima di Massimo Guantini , che lo valorizza meravigliosamente. La voce di Mina poi, lo rende unico.

Una donna si rivolge ad uno uomo, dapprima in toni pacati, spiega perché non può amarlo, non fa per lei. Buono, tranquillo, gentile, forse quello che una volta veniva definito “brav’uomo”.

Sei fin troppo dolce tu
la bontà è una tua mania
e di fronte alle virtù scappo sempre via.
Fossi meno tenero
e con meno ingenuità
mi interesseresti di più
è la verità.
Manca in te un pò di follia
una strana idea,
fossi meno attento a ciò che fai
meno premuroso e buono…”

Poi esplode:
“Allora sì
che io ti ascolterei
allora sì che mi abbandonerei
allora sì che il rischio correrei
fossi così
ma tu così non sei.”

Non riesce ad amarlo perché lei ha bisogno di altro.
“Forse sono strana io
ma il tuo stile non mi va
forse hai troppe qualità
per il gusto mio
meno perfezione e un pò di rabbia in più
meno spazio alla serenità
al romanticismo antico.”

Lei ha bisogno di un uomo che la sappia intrigare, incuriosire, domare, un uomo con carattere, personalità, che si faccia rispettare, che non sia scontato, insomma che le dia un po’ del “filo da torcere”.

E di nuovo glielo dice, quasi con rabbia:
“Allora sì
che il rischio correrei
fossi così
ma tu così non sei.”

Questo brano, descrive una delle grandi verità per le quali molti rapporti non prendono la piega giusta, o magari finiscono. Manca quel pizzico di pepe, un po’ di competizione, ingredienti necessari per tenere viva una coppia. Naturalmente il discorso vale anche al contrario, da un uomo nei confronti di una donna. A volte non basta essere un bravo ragazzo o una brava ragazza. Non sarebbe amore, non ci sarebbe passione, non ci si perderebbe l’uno nell’altro.
C’è bisogno di qualcosa in più.
Allora si…
Buon ascolto!

@borghettana per @tantipensieri

immagini dal web

Condividi

Lascia un commento