Il minestrone è un primo piatto, con origini tutte italiane, in brodo con verdure, legumi e talvolta arricchito da pasta o riso. Tradizione vuole che per il minestrone qualsiasi verdura, da quelle fresche a quelle meno fresche, vadano bene, specialmente le verdure poco digeribili e senza una lunga cottura. Per questo motivo è considerato oltre che un cibo svuotafrigo, un piatto povero, tipico della cucina contadina. Con il cambiamento dell’economia poi, è stato apprezzato anche in altri ambienti sociali e proposto spesso nella ristorazione più pregiata.
Facile e senza pretese, questa pietanza, non è molto amata dai bambini e a dirla tutta anch’io potrei farne volentieri a meno, ma sperimentando in questi giorni, ne ho provato una versione buonissima, gustosissima, salutare e punto focale: a prova dei più piccoli.

Ecco gli ingredienti per 6 persone:
3 patate medie
5 carote medie
1 cipolla
4 zucchine medie
3 pomodorini
2 cucchiai di salsa di pomodoro
50 gr di bietola
pangrattato q.b.
sale e pepe q.b.
50 gr di formaggio grattugiato
1 pizzico di bicarbonato
olio extravergine d’oliva q.b.

Lavate bene le verdure e tagliate le patate, le carote e le zucchine a dadini; tagliate a fettine la cipolla e a pezzetti la bietola. Versate tutte le verdure in una pentola alta, unite i pomodorini sbucciati e tagliati a dadini, un pizzico di sale a piacere e la salsa di pomodoro. Unite dell’acqua naturale e lasciate cuocere finchè le verdure non risulteranno ben cotte. Se necessario, unite dell’altra acqua. Potete sostituire l’acqua con del brodo vegetale e potete unire legumi ed altre verdure a vostro gusto.
A fine cottura il minestrone non deve risultare brodoso. 
Lasciate raffreddare in uno scolapasta per far perdere il brodo in eccesso. Versate il composto in una coppa, unite il formaggio grattugiato, un pizzico di pepe, regolate di sale ed amalgamate. Unite tanto pangrattato quanto basta a rendere il composto sodo e compatto ed infine aggiungete un pizzico di bicarbonato. Fate riposare il composto per un paio di minuti e nel frattempo oleate una teglia o una padella grande. Cospargete con del pangrattato, versate il composto e cuocete a fuoco medio con un coperchio che non crea vapore finchè non sarà ben dorato da entrambe le parti, oppure a 200° finchè non si sarà formata una gustosa e appetitosa crosticina.

debhdeh per @tantipensieri

Condividi

Lascia un commento