Sfilo i tacchi. Oscillano e cadono sul tappeto uno in parte all’altro. L’acqua calda scorre riempiendo la vasca da bagno. La schiuma volumizza azzurrina e profumata. Qualche bollicina si stacca galleggiando nell’aria prima di scoppiare in un invisibile spruzzo di sapone. Abbasso le luci. Accendo alcune candele bianche e già abbastanza consumate sulla mensola vicino allo specchio. Guardo le fiammelle tremolare nel riflesso. Mi siedo sul bordo della vasca fissando il nulla. Sento il battito regolare del mio cuore, il mio respiro, sento lo sciabordare costante in uscita dal rubinetto, il tintinnare dei tanti braccialetti. Poi inizia un pezzo di musica jazz e ovatta ogni altro suono, proteggendo l’atmosfera di intimità o soltanto il mio silenzio interiore.
Arrotolo le autoreggenti ripercorrendo gli accadimenti delle ultime ore. Ciò che è stato non sostiene il confronto con ciò che avrebbe potuto essere. Riascolto le parole che non ho detto, le risate che non ci sono state, gli eventi che non mi hanno compresa, e resto in disparte da me stessa.
Lascio che il vestito si afflosci ai miei piedi. Forse avevo troppe aspettative da questa, che credevo sarebbe stata una dolce serata di baci, brindisi e stelle. Chi sa sempre come sorprendere senza paragoni, spesso è anche chi apre le ferite più profonde quando delude. Perché tutti deludono prima o poi, bisogna solo decidere per chi vale la pena soffrire.
Raccolgo i capelli permettendo a sottili ciocche ribelli di sfuggire al fermaglio e arricciarsi nel vapore. Dei miei castelli in aria costruiti con pazienza, affetto, cura e speranza rimangono macerie e polvere. Le scene girate soltanto nella mia mente vengono soffiate via fino all’ultimo sorriso.
Mi immergo spogliata di ogni illusione. La realtà spegne la fantasia ingrigendo dentro i miei occhi. Le ciglia sbattono ricacciando indietro lacrime e malinconia. L’acqua mi avvolge accogliente, rigenerante, consolante. E chissà che insieme al sapore dell’ultimo cocktail e al fumo passivo dell’ultima sigaretta, lavi via i postumi del mai esaudito.

@babyLux_93 per @tantipensieri

Condividi

Lascia un commento