Anche quest’anno Como sarà invasa dalla poesia; una poesia di qualità e di respiro internazionale, attenta ai giovani, alla tradizione e alle tendenze contemporanee.

Tre giornate: 18 maggio dedicato alle scuole superiori e all’Università, perché la poesia deve essere piantata come il più prezioso dei semi; 19 maggio reading con poeti italiani e stranieri di altissimo spessore e poetry slam internazionale nella suggestiva cornice di Villa Gallia, a ingresso libero, perché la poesia e di tutti; 20 maggio passeggiate creative sul lungolago di Como insieme ai poeti ospiti del Festival, guidate dal giornalista e scrittore Pietro Berra, perché la poesia è in ciò che ci circonda.

Laura Garavaglia, presidentessa de La Casa della Poesia di Como nonché direttore artistico del Festival, ha voluto dedicarne l’ottava edizione al tema del viaggio, per rimarcare l’inevitabilità e la necessità di una poesia che travalichi i limiti e la barriere geografiche, per riunire nella profondità del verso e nella sua capacità di andare oltre e di farci essere altrove, ogniqualvolta lo riteniamo opportuno: la poesia, arte di potente delicatezza, può ancora metterci in moto e rimetterci in circolo fuori e, più ancora, dentro quello che siamo.

Insieme all’impegno di Andrea Tavernati, vicepresidente dell’associazione, di Elisabetta Broli, Wolfango Testoni, Cristina Curia e mio, il Festival vuole offrirvi tre giornate ricche di spunti di riflessione, convivialità e spessore umano, prima ancora che poetico.

Sul sito www.lacasadellapoesiadicomo.com trovate il programma completo, l’elenco dei poeti e degli slammers ospiti, diretti quest’ultimi dal grande Dome Bulfaro e tutti i dettagli dell’evento.

Vi aspettiamo!

Alessandra Corbetta
(Foto dell’autore)

Condividi

Lascia un commento