In alcune culture il cibo si mangia quasi esclusivamente con le mani, come accade nella cultura etiope, mentre per noi il finger food è quello che rientra quasi sempre in quelli che noi definiamo “stuzzichini” e dunque spesso negli antipasti.

Il finger food secondo me è la più interessante ed intelligente invenzione degli ultimi tempi: non sporca, non ti sporchi, prevede cibi sfiziosi, gustosi e che viste le piccole quantità non saziano e sono bellissimi da vedere. Io, personalmente, ne esco pazza.
Un finger food che rappresenta a pieno tutto ciò che ho descritto sono queste rose di sfoglia, semplici, veloci e con soli 3 ingredienti. Possono avere molteplici gusti e variano dal dolce al salato in base al proprio gusto ed alla propria fantasia.

Ecco gli ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
1 zucchina
Formaggio grattugiato q.b.
Sale e pepe q.b.
Olio extravergine d’oliva q.b.

Con delicatezza srotolate il rotolo di pasta sfoglia e ricavate delle fette in lunghezza, alte almeno 5 cm.
Lavate e grattate la zucchina, ricavate delle fette sottilissime (potete aiutarvi con un pelapatate o con la mandolina apposita). Adagiate le fettine di zucchina sul lato superiore delle fasce di pasta di sfoglia, facendo sporgere la zucchina di 0,5 cm. Salate, pepate. Dividete le fasce in due parti, arrotolate per formare una rosa e continuate così fino alla fine degli ingredienti. Adagiate tutte le rose in una teglia coperta da carta forno, spennellate con dell’olio extravergine d’oliva e spolverate del formaggio grattugiato, pecorino romano o rodez, deve avere un sapore forte.
Infornate in forno statico e preriscaldato a 200° per 10-15 minuti o finché non risulteranno cotte e ben dorate.
Potete sostituire il ripieno con salmone e scamorza, prosciutto crudo o cotto, speck, salame, o per i più golosi nutella bianca o classica o crema al pistacchio.

Gustate calde o tiepide.

Debhdeh per @tantipensieri

Immagini scattate dall’autrice 

Condividi

Lascia un commento