Vorrei raccontarti di quando ti penso e non te lo posso dire, di quando provo a scriverlo, inutilmente: di quando mi manchi fino a fare male ma sorrido per confondere le lacrime; di quando mi riempio di impegni per non fermarmi a immaginare come avrebbe potuto essere.
Vorrei spiegarti come mi sento se arriva quella canzone a interrompere la mia quotidianità; come accarezzo le nostre fotografie attraverso lo schermo; come spererei che la tua voce fosse ancora per me.
Vorrei riuscire a dirti che non mi sono dimenticata nulla e le mie mani desiderano ancora le tue; che non sono più stata come con te e tra le tue braccia era un mondo bellissimo; che se potessi tornare indietro farei l’impossibile per non lasciarti andare.
Vorrei avere la possibilità di guardarti negli occhi e trovare accese le stelle invece di cercarti negli occhi degli altri e illudermi che sia lo stesso; di svegliarmi con te la mattina e fare programmi insieme; di parlare di qualsiasi cosa e sentirmi a casa; di andare al mare a far volare il nostro aquilone.
Vorrei che sapessi tutti i momenti in cui ho pensato di scriverti, chiamarti, raggiungerti; quelli in cui mi sono arrabbiata con la tua assenza prendendo a pugni il cuscino; quelli in cui mi sono guardata allo specchio chiedendomi cosa avessi visto tu tutte le volte che mi volevi e l’unica volta che non mi hai più voluta.
Mi hai portato via ciò che restava del mio cuore e ora non batte più.
E non mi importa quanti altri incontrerò perché conosceranno una me diversa. Una me che prova tutti i giorni a farcela senza di te… e non sa se ci riesce davvero.

@babyLux_93 per @tantipensieri

Foto dell’autrice

Condividi

Lascia un commento