Ti voglio bene

Ti voglio bene

Te ne sei andato improvvisamente ma facendo un grandissimo rumore. Un’uscita di scena degna di te, che hai sempre amato le cose in grande stile nonostante tu fossi l’uomo più umile del mondo. E non hai scelto un giorno qualsiasi per andartene, ma una fredda Vigilia di Natale di nove anni fa. Ti ricordi? Eravamo

Controlli

Controlli

L’ecografo scorreva da sinistra a destra; il medico diceva che certe cose accadono e altre no. Sulla gelatina i pomeriggi trasmutavano in ore, le tue pupille in una palla da canestro, la rete traballava. L’ecografo scorreva da destra a sinistra; il medico annuiva fissando tessuti molli in uno schermo. È un passaggio nella strettoia il