Una delle scuse più banali ed usate per rifiutare un invito o rimandare un appuntamento.
Non ho tempo, tre semplici parole che in realtà vogliono dire molto di più, ma non vogliamo dare troppe spiegazioni.
Forse è vero che a volte il tempo ci manca: tutti presi dal lavoro, casa, figli, famiglia, attività sportive ecc. Forse il tempo non ci basta per fare tutto ciò che dovremmo o che vorremmo fare.
Forse è solo un fatto di scelte, di priorità. Forse impieghiamo male il nostro tempo, non lo sappiamo sfruttare al meglio.
Io credo che solo dopo la morte non ci sia più tempo.
Ma finché siamo vivi il tempo c’è.
Non ho tempo da perdere, in cose inutili, non ho tempo da perdere dietro a persone inutili.
Non ho tempo da sprecare, la vita è troppo breve.
Non ho più voglia di buttare via il mio tempo.
Si, cambiano le priorità, le esigenze quotidiane, cambiano le preferenze e i gusti, quello che prima occupava il nostro tempo adesso è passato in secondo piano, ciò che ci sembrava importante adesso lo è meno.
È normale: si cambia, si cresce, si matura.
Quello che conta veramente è dare valore al nostro tempo, non importa ciò che facciamo, basta che sia voluto, sentito, e che ci lasci un ricordo.
Non ho tempo, a volte è una scusa per rimanere da soli, perché si ha anche bisogno di questo.

 

danpuzzle72 per @tantipensieri

Immagine dal web

Condividi

Lascia un commento