All’insegna della freschezza e della genuinità, oggi vi parlo dei fusilli alla norma rivisitata. 

La pasta alla norma è una pietanza originaria di Catania ed è caratterizzata da sapori tipicamente mediterranei: pomodoro, ricotta salata, basilico e melanzane fritte. Il nome gli è stato dato dal commediografo siciliano Nino Martoglio che davanti a questo piatto esclamò “È una Norma!”, per descriverne l’immensa bontà, paragonandola alla celebre opera di Vincenzo Bellini. 

Questa variante invece, non prevede ricotta salata ma cacioricotta e non prevede il sugo bensì pomodori ciliegini pomodori secchi. Sapore deciso da gustare tiepida ed anche fredda è l’ideale per il pranzo di una domenica estiva e soleggiata. 

Ecco gli ingredienti per 4 persone:

300 gr di fusilli
200 gr di melanzane
2 pomodori secchi
100 gr di pomodori ciliegini
Basilico in foglie
50 gr di pangrattato tostato
Sale e pepe q.b.
Olio di semi di girasole per friggere
Cacioricotta grattugiato

Per prima cosa, lavate e tagliate a dadoni le melanzane. Riscaldate l’olio di semi di girasole ed una volta raggiunta la gousta temperatura, friggete le melanzane. Una volta pronto, lasciate asciugare l’olio in eccesso tra due strati di carta assorbente e procedete con il resto del condimento. Tagliate a dadini i pomodori ciliegini e versateli in una padella antiaderente con un pizzico di sale ed un filo di olio extravergine d’oliva. Sbollentate i pomodori secchi, tritateli ed uniteli ai ciliegini nella padella. Cuocete per un paio di minuti, giusto il tempo di abbrustolirli. 

Lessate in abbondante acqua salata i fusilli e scolateli al dente. Versateli nuovamente nella pentola ed unite un cucchiaio di cacioricotta grattugiato e le melanzane fritte. Amalgamate per qualche minuto sul gas e poi, a fiamma spenta, unite il composto con le due varietà di pomodori. Impiattate e cospargete ogni piatto con una manciata di cacioricotta grattugiato, del pangrattato tostato e del basilico tritato.

Buon appetito.

@debhdeh per @tantipensieri

Foto dell’autrice

Condividi

Lascia un commento