Resta seduto, non c’e’ fretta.
Almeno oggi non ci deve essere, la tua sedia dondola, placida e silenziosa. Poche cose, ma essenziali, caffe’, sigaro, silenzio, luna in questo cielo sereno.
Respira a fondo, e guarda in un punto lontano, che ti portera’ altro silenzio. Il rumore di fondo della vita, non arriva stanotte. Nessuno ti aspetta, ma nessuno ti chiama. Meglio cosi’, puoi contare i secondi, scandirli senza paura.
Non immagini di meglio al momento, troppi momenti frenetici, troppe paure ataviche, troppi discorsi inutili.
Ricordi quando eri sempre pieno di te? Pieno di sicurezze false? SI ricordi. Non puoi e non devi dimenticare.
Adesso e’ finita, ogni ansia, ogni tristezza, solo malinconia leggera, quella che fa nascere canzoni e poesie, la migliore.
Il realismo non fa per te, meglio sognare, in questa realta’ distorta, sovrapposta ai sentimenti feriti o sopiti, dipende solo da te.
Davanti allo specchio, guardati, alza il bicchiere, un brindisi con te stesso, con un vecchio amico ritrovato.
Vedi di non perderlo mai piu’

Jack per tantipensieri
immagini dal web

Condividi

Lascia un commento