Nel fitto della Foresta Incantata, alberi secolari dai nodosi tronchi altissimi e dalle folte chiome cariche di autunno, diradano la loro presenza per disporsi attorno al piccolo, nascosto, quasi circolare Lago di Luce. Tra i rami protesi e inneggianti al cielo, filtrano timidi spiragli di Luna che si tuffano nelle oniriche acque leggendarie. Le rive frastagliate e incerte lambite da ondine increspate ospitano bolle di sapone e danze di fate… Basta allungare una mano per poterle sfiorare.
Ecco…proprio lì, addentrandosi nella notte magica, si accendono fiammelle azzurrate come fiaccole eterne di un tempio tenebroso e immenso: i Fuochi Fatui. Sospesi e luminosi appaiono per tracciare le vie del Destino, per riannodare fili rossi, per esaudire futuro. Guide sospese e luminose, invitano ad andare avanti, a credere che tutto sia ancora possibile. Chiudo gli occhi, li cerco, mi lascio accogliere dall’incantesimo.
Provo a seguire le loro impalpabili scie ipnotizzanti, i miei passi incerti diventano sempre più sicuri e veloci in una corsa verso questi tremolanti istanti di fiamma e Fato, inseguendo queste fragili promesse di gioie e favola. Spariscono in fretta, in sbuffi di vapore. Il buio si infittisce e mi inghiotte, mi sto perdendo, scivolo, cado.
Nel tuo abbraccio.

@babyLux_93 per @tantipensieri
Immagine dal web

Condividi

Lascia un commento