Mi metto accanto alla tua solitudine

Anch’io sono solitudine.

Non saremo mai vicini

fino in fondo

perché siamo uguali

nel nostro abitarci con un poco di imbarazzo

e molta smania.

Eppure nel tendere al caduco

guardiamo lo specchio dalla stessa parte,

ci stringiamo ancora la mano

come al primo incontro.

Alessandra Corbetta
(immagini dal web)

Condividi

Lascia un commento