Lo strudel è un tipico piatto di tradizione dolce che prevede una pasta arrotolata ripiena di mele, uvetta, pinoli e cannella. La ricetta risale al VIII secolo a.C., periodo degli Assiri, ma dolci affini si ritrovano anche nel III secolo a.C. nell’Antica Grecia.
Grazie alla via della seta la ricetta si è così diffusa che cambiava il nome in base al posto: baklava, cullac, borek e strudel.  

In Italia è tradizionalmente preparato in Trentino Alto Adige, in Veneto ed in Friuli Venezia Giulia. Questa preparazione ha anche ricevuto il riconoscimento P.A.T. che lo considera prodotto tradizionale italiano.
Non solo dolce, lo strudel può avere anche ottime varianti salate con pasta brisè, pasta per pizza ed anche pasta matta. Il ripieno varia in base ai gusti e alla fantasia di chi vuole prepararlo e gustarlo: verdure di stagione, funghi, 4 formaggi ed anche salumi, come nella ricetta che propongo oggi.

Ecco gli ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
100 gr di salame piccante a fettine
250 gr di ricotta
2 cucchiai di formaggio grattugiato
sale q.b.
pepe q.b.
1 tuorlo

Con delicatezza srotolate il foglio di pasta sfoglia e adagiatelo su un tagliere di legno.
In una coppa di vetro, lavorate con un cucchiaio o con una frusta manuale la ricotta con un pizzico di sale ed un pizzico di pepe.
Stendete su tutta la superficie della pasta sfoglia la ricotta e ricoprite con le fettine di salame piccante. Iniziate ad arrotolare lo strudel su stesso partendo dal lato lungo. Adagiatelo con tutta la carta forno (già presente nella confezione della pasta sfoglia) su una teglia e spennellate con il tuorlo, sigillando per bene anche il punto di chiusura. Infornate in forno statico e preriscaldato a 200° per 20 minuti o finchè non sarà ben dorato.

Servite caldo o tiepido, ottimo anche freddo.

debhdeh per @tantipensieri
Foto dell’autrice

Condividi

Lascia un commento