Lei mi ha baciato come un whisky,
ha poggiato le sue labbra
come si fa per chiudere le lettere,
senza prestare attenzione
perché il senso sta nell’andare.
Lei mi ha baciato come un whisky
e io mi sento fortunato
a essere toccato senza il peso dell’unico,
come le cose a cui non si fa caso.

Lei mi ha baciato come un whisky,
così la lascio andare dietro la scia
com’è con gli aromi più buoni
impossibili da trattenere
se non nella parte alta del soffitto
dove restano giusto il tempo
di una bevuta.

Alessandra Corbetta
(immagini dal web)

Condividi

Lascia un commento