Un’alba senza fine

Un’alba senza fine

Perdo ogni volta me stesso, in campi elisi immaginari, dove l’unica certezza è l’agognata serenità, mentre vivo una vita reale e apparentemente normale, che di normale non ha alcunchè. E sogno ad occhi aperti, archi fioriti di infinita bellezza dal profumo inebriante, dove poter scambiare un bacio e un abbraccio, come due amanti teneri e

E mi manchi

E mi manchi

E mi manchi. In questa serata non fredda, senza luna e senza stelle, dove spira solo una leggerissima brezza di vento, mi ritrovo fermo a pensare, a pensarti. A pensare a noi, alla nostra storia, al nostro incontro, cercato e voluto da entrambi. A quella sensazione mista di paura ed impazienza … l’impazienza di vederti