Ho tre, quindici, trenta, mille anni
quando tutto attaccato ripeti
chebelloamorechebelloamorechebelloamore

 

Un fiato solo, il tempo è poco

abiteremo già un pianeta di alghe e foglie

quando torneremo in questo gioco
di tre e di assi

Allora lascia le virgole al mondo dei poeti:

il verso più infinito è questo
infinito quasi nostro.

 

Alessandra Corbetta per @tantipensieri
Immagine dal web

Condividi

Lascia un commento