I rustici sono un cibo tipido della tradizione gastronomica da passeggio.
Tipici salentini, sono reperibili in bar, forni, rosticcerie, sono composti da due dischi di pasta sfoglia ai quali vengono aggiunti condimenti a scelta come mozzarella, sugo, pepe, besciamella.
La ricetta non nasce dalla cucina contadina ma si pensa derivi dagli ambienti aristocratici della seconda metà del 1700, dopo la diffusione della besciamella.

Consumato rigorosamente caldo ormai le varianti sono moltissime e la mia preferita tra queste prevede un impasto integrale, croccante e godurioso.

Ecco gli ingredienti:
300 gr di farina integrale
2 cucchiai di fiocchi di patate
2 cucchiai di olio e.v.o.
10 gr di sale fino
1 bustina di lievito di birra secco
2 cucchiai di farina di avena
acqua calda q.b.

100 ml di salsa di pomodoro piccante
100 gr di prosciutto cotto a dadini
100 gr di mozzarella tritata
100 ml di besciamella 

In una coppa versate la farina integrale, il lievito, i fiocchi di patate, la farina d’avena (facoltativa) e l’olio. Aggiungete tanta acqua calda quanto basta a rendere il panetto soffice e ben impastato. In ultimo, unite il sale e continuate ad impastare energicamente per 10 minuti. Coprite e lasciate lievitare fino al raddoppio.

Trascorso il tempo, stendete l’impasto su un piano infarinato ad uno spessore di 0,3 cm e coppate con lo stampino che preferite la base del vostro rustico. 
Dividete le formine in due parti e sulla prima metà adagiate un cucchiaino di sugo, un cucchiaino di besciamella, della mozzarella e del prosciutto. Una volta disposta la farcia, adagiatevi sopra l’altra metà delle formine. Con i rebbi di una forchetta infarinati, sigillate i bordi e lasciate lievitare al caldo per 10 minuti.

Spennellate con del latte o dell’olio e.v.o. e cuocete in forno statico a 200° per 10 minuti oppure in una padella antiaderente, oleata e ben calda, per circa 4 minuti per lato.

Servite caldo per antipasto o per cena.

debhdeh per @tantipensieri
Foto dell’autrice

Condividi

Lascia un commento