Perdo ogni volta me stesso, in campi elisi immaginari, dove l’unica certezza è l’agognata serenità, mentre vivo una vita reale e apparentemente normale, che di normale non ha alcunchè.
E sogno ad occhi aperti, archi fioriti di infinita bellezza dal profumo inebriante, dove poter scambiare un bacio e un abbraccio, come due amanti teneri e desiderosi di viversi, creando un mondo a parte per sentire quell’atmosfera anelata, negli occhi. Così ti immagino, mia dolce anima, tra le mie perdute speranze, in un groviglio di emozioni piene di chissà, dove nasce il giorno di un’alba senza fine, quando il sole bacia il mare e la quiete sorride al cuore…

Ivanzena976 per @tantipensieri
Immagine dal web

Condividi

Lascia un commento