Un fiore faglia perché:  i versi, dedicati a Franca Mancinelli nella sua rappresentazione fotografica e poetica immortalata da Dino Ignani, rivelano la meticolosa cura del verso e della ricerca stilistica da parte di Toffoli, che non si improvvisa ma medita e riflette, coniugando sapere e tradizione in un risultato armonioso e toccante.

Un pugno di fiori sul petto. Come porta

socchiusa, una sala d’aspetto al passo 

della soglia dei bradisismi sul viso.

Un fior reciso, prisma dai colori

di festa, che si fa foglia. Che si fa odore…

Un fiore faglia sulla valigia fatta.

Un filo acceso, con riguardo, che si rigenera a tempo.

Un fare attento, alle ombre e agli agguati


“Dormiremo nel centro dello sguardo, come

neonati”.

(da L’infinito ronzio, Controluna Edizioni 2018)

@acorbetta per @tantipensieri
Immagini dal web

Condividi

Lascia un commento