Viviamo nell’epoca in cui abbiamo tutto, in cui a portata di click ti arriva a casa tutto quello che vogliamo, fra poco arriverà anche la colazione direttamente a letto, ma si tratta di cose materiali, questo nostro avere è effimero, è fatto di nulla.

Quello che davvero non abbiamo non sono le cose ma le persone.

Le persone che nella nostra vita sono state importanti e che abbiamo perso.

Le persone che hanno fatto un pezzo di strada insieme a noi e che per qualche motivo si sono allontanate.

Le persone che vanno e vengono perché sono fatte così.

Le persone che si affezionano e poi smettono perché le cose cambiano.

Le persone che lavorano con noi ma sembra di essere tra invisibili.

Le persone che hanno bisogno di noi e noi di loro ed a volte nonostante questo non possiamo essere presenti davvero.

Le persone che hanno vite vuote perché manchi “tu”.

Le persone che hai cresciuto da bambini e diventando grandi non si ricordano più.

Le persone che ti tradiscono e poi si pentono ma tu le ami ugualmente anche se dovresti odiarle.

Ed ancora, tra ciò che non abbiamo, ci metterei anche i sentimenti, le emozioni e la fiducia ed in sintesi tutto ciò che non è tangibile.

I sentimenti: parola di cui tanti si riempiono la bocca ma che, forse superata una certa età ed anche un certo disincanto, non si provano più. Molti over 40 non si innamorano più, restano soli o addirittura sono quasi anaffettivi cronici e questo, pare sia la malattia del nuovo millennio, bombardati da mille sollecitazioni effimere ci perdiamo il “senza tempo”, la stabilità e la bellezza del vero.

Insieme ad un sentimento si dovrebbe poter provare anche l’emozione e con le emozioni si aprono tanti capitoli di emozioni, quelle per la vita o per la morte, quelle per l’amore o per l’amicizia, l’emozione di una frase detta per te ed a te mentre ti guardano negli occhi, le emozioni che la vita ci regala e che non ci perdiamo.

Un sorriso

Un ciao

Un come stai?

Un ti sono vicino

Un stai tranquillo

un appoggiati a me e lasciati andare…

Le emozioni sono ovunque ed invece spesso ce le perdiamo.

La fiducia: non proviamo più il vero amore, non sentiamo più le emozioni e questo accade perché? Forse, ipotizzo, non lo so.

Forse manca la fiducia.

Forse ci siamo irrigiditi.

Forse siamo diventati sfiduciati dalla vita che ci mette a dura prova, forse abbiamo dimenticato che la prima cosa che ci deve essere in qualsiasi ambito deve essere proprio la fiducia.

Tutto ciò che non abbiamo è tutto ciò che vorremmo davvero, tutto ciò che non è tangibile, toccabile con mano, vero e reale ci manca ma ci spaventa.

Forse esagero, forse no, ma faccio fatica a non pormi una domanda?

C’è qualcuno di voi che davvero ha tutto?

Il materialismo di quest’epoca ha portato l’uomo medio ad avere più fiducia nelle macchine che in sé stesso.
(Marco Trevisan)

Arianna Capodiferro per @tantipensieri

Immagini dal web

“io mi fido di te
ehi mi fido di te
cosa sei disposto a perdere

Condividi

Lascia un commento