Invocazione II perché: Fantato scava dentro i dolori e le atrocità della vita, quelli messi in conto e anche quelli che non dovrebbero essere mai; eppure, in mezzo al grido acuto di disperazione che solleva, la voce più potente resta la vita stessa, soffio poetico che non smette di resistere, nonostante tutto.

Vita, vita schiacciata, vita che salva
non sei, vita dei senzanulla,
dei perduti e andati, dei mai trovati
vieni! Vieni, vita dei senzavoce,
dei lasciati ai lati, vieni vita che sei
dentro le pieghe di un cielo tra le croci,
vita che scappi nel taglio.
Vita, sola certezza negata dentro ai giorni.
Vieni, vita – sono qui, ti ascolto.

(da La seconda voce, Transeuropa 2018)

@acorbetta per @tantipensieri
Immagini dal web

Condividi

Lascia un commento