Basta

Ecco una parola tanto dolorosa quanto magica a seconda del momento in cui la pensi, la pronunci ma soprattutto la realizzi.

Dire basta non basta.

Dire Basta con la B maiuscola dovrebbe significare che ti sei davvero stufato di dire Ancora.

Inizia quel momento nel quale realizzi che l’unica cosa che devi fare è fermare tutto e ricominciare da zero. In amore, sul lavoro o in generale nella vita succede di dover bloccare tutto e tutti ed iniziare a non bloccare più te stesso.

Ancora o Basta?

Basta o Ancora?

Il Basta, quello vero, scatta quando qualcosa o qualcuno supera il tuo limite di sopportazione, quando arriva quella famosa goccia che fa traboccare il vaso, quando la tua dignità viene minata, affondata, colpita e derisa dalla vita.

Inizi a realizzare che la vita è una ed una sola e che va vissuta, ti rendi conto che non la stai vivendo quando sopravvivi, quando non hai un momento per te stesso, quando gli eventi ti trascinano invece di guidarli tu, quando non controlli più le lacrime e allora ti chiedi se ne vale la pena?

Le lacrime: dicono che siano liberatorie ed è verissimo ma, sono anche un enorme segnale di disagio se escono senza controllo e per futili motivi. Ecco che piangi e ti chiedi ma come diavolo ho fatto ad arrivare a questo punto?

In quel momento o comunque entro brevissimo tempo la maggior parte di noi REAGISCE!

La reazione è: adesso basta!

Inizialmente è solo un frase, la dici per calmarti, per convincerti, per uscire dalla negatività e prospettarti qualcosa di meglio, poi non è più solo una frase che ti frulla in testa, poi si trasforma in atti concreti.

Ognuno dice Basta a modo suo, c’è chi inizia a saper dire di NO, quando invece diceva sempre si a tutti, c’è chi inizia silenziosamente un percorso personale di autodifesa e mette dei paletti, dove c’era il vuoto, altri iniziano a scomparire da alcune vite negative allontanandosi silenziosamente e ritrovando così quella serenità che proprio quelle persone avevano tolto.

Secondo me, però, il Basta più bello è quando riesci a prendere di petto la causa di tutti i tuoi mali e ti sfoghi, buttando fuori tutto il possibile del mondo, per “regalare” a chi ti stava facendo morire tutto quello che hai in corpo! Tutto, tutto! 

Uso un brutto paragone ma rende l’idea: il basta più bello è vomitare addosso a chi ti ha ridotto in lacrime tutto il peggio del peggio. Hai incassato colpi bassi fino a quel momento ed ora basta, ti ribelli e parli!

Rancore? Si, anche quello. Rabbia? Sicuramente. Difesa? Ovvio.

Ecco che, in quel momento, libero da tutti i tuoi pensieri, inizia il tuo vero e proprio: Adesso Basta!

Fuck! Fuck! Fuck!

Arianna Capodiferro per @tantipensieri

Immagini dal web

Condividi

Lascia un commento