Scivolo nel trauma del risveglio perché: la durezza dei versi rende orgogliosa la poesia di Rimolo che, pur dando voce al dolore e alla sofferenza, tiene tutto contenuto e composto, evitando ogni travalico emotivo; il dentro diviene un fuori descrivibile, in cui la perizia linguistica risulta sufficiente per penetrare le ferite semiaperte di tutti.

Scivolo nel trauma del risveglio
mentre il rigurgito colora di miele
le fibre del cuscino e tutto diventa
urgenza di arresto: oggi non voglio
parlare, non devo citare la vergogna
dell’essere sopravvissuta per caso
alla rimozione, dell’avere creduto
invano che fosse salvezza.

(da La terra originale, Lieto Colle-Collana Gialla Pordenone Legge 2018)

@acorbetta per @tantipensieri
Immagini dal web

Condividi

Lascia un commento