“Ciao, come stai? Io sono qui in vacanza con i miei amici e tu?”

Ricordi? Era cominciata così quella sera in discoteca … e nessuno dei due si sarebbe aspettato che saremmo arrivati fino a questo punto.

Tu eri bella da fare male, io in compagnia di amici a ridere e scherzare, ma sempre con un vuoto dentro.

Quando ti ho vista ballare in mezzo alle tue amiche eri la Regina della pista, niente e nessuno avrebbe potuto scalfire la tua bellezza, la tua imponenza. Lunghi capelli biondi, tacco alto, abbigliamento sexy, ma non sfrontato (d’altronde quella sexy eri tu, a prescindere dall’abbigliamento).

Tra me e me pensai – quella ragazza dev’essere mia – povero illuso, ancora non sapevo che sarebbe stato tutto il contrario, che sarei stato tuo per sempre, che tu avresti riempito ogni mio pensiero, ogni mio senso, che non ci sarebbe più stato domani senza noi.

Ho atteso che ti sedessi per avvicinarmi, con in mano due bicchieri, e iniziare con quella frase, tanto banale e scontata quanto naturale. Hai girato il tuo viso e mi hai gelato … il tuo sguardo così profondo e quel sorriso così largo e sincero, anche con uno sconosciuto, mi hanno penetrato l’anima incatenandola alla tua.

Qualche parola, poche chiacchiere, molti sguardi e poi mi hai detto – voglio andare via, c’è troppa gente qui, troppa confusione -.

E poi la notte, lunga, intensa, passionale. Un incontro di menti, di pelli e di baci.

Una fusione dei nostri due corpi in uno solo … perchè noi siamo e saremo una cosa sola … per sempre.

Gimbo67 per Tantipensieri

Immagini dal web

Condividi

Lascia un commento