La gentilezza

Esiste un modo per  esser  sempre corretti, esiste un modo per  non sbagliare mai… la chiamo gentilezza.

Fatta  per tutti ma per alcuni è una meta irraggiungibile, trovo che sia come lo zucchero per i dolci o come una  zolletta  per un caffè se risulta troppo amaro… Mettercela sempre sembra sia utopia, ma credete che  senza la gentilezza tutta sembra  ancor peggio di quel che potrebbe essere.

Dire un affermazione con modo garbato  acquista un valore aggiunto… chiedere qualcosa  anche se fatichi ottenerla beh, potrebbe esser più semplice.

Essere gentili  a volte sembra fuori luogo, ma fuori luogo è chi non lo è, un tono di voce più pacato, una parola educata nel chiedere o nel ringraziare  diventa un punto  a nostro favore…

La gentilezza non la impari, nasce dentro noi, se sei  gentile non lo dimentichi , se ne approffitano della tua gentilezza non sei tu che sbagli ma gli altri che non conoscono altri modi, non è una regola,ma una forma di bon ton che non costa nulla se non un certo controllo della situazione. Puoi anche difenderti con la gentilezza, chi non lo è  solitamente si difende con parole improbabili e imbarazzanti  e gesti equivoci che si commentano da soli…Ci vuole eleganza anche per contraddire chi non ci piace o chi ci “frega”, solitamente spiazza più di una parola pesante o di un ceffone…con la gentilezza conquisti , ma solo chi è come te. Non costa nulla  e va lontana, attrae  , e  se vuoi seduce… ma non è solo femmina.

A volte  qualcuno  vorrebbe finger di esser  gentile per convenienza, ma  è come chi  si  mette una scarpa larga e poi  inciampa per strada.

Di una cosa son certa di questa amata o odiata  gentilezza,  che è fatta per tutti ma è usata da pochi.

Sabrina Zanella per @tantipensieri

foto dal web 

Condividi

Lascia un commento