L’incontenibile respiro del mare

Le onde del mare sospirano per milioni di storie.

Conoscono racconti di speranza, di morte, di gloria e di terrore…

Le creste di spuma sono pagine scritte che si leggono ad occhi chiusi.

Esse sospingono per miglia e miglia tutte le domande e tutte le risposte del mondo. Il peso che trasportano da un orizzonte all’altro è per noi insostenibile, incapaci come siamo di accettare che l’acqua non conosca origine, né destinazione, né si curi del potere illusorio dei confini, o quello dei nomi.

L’eterna danza dell’acqua è la prova che anche la Terra respira.

Posso chiudere gli occhi per cogliere una storia, una domanda, la sua risposta, ma non potrò mai contenere quel respiro, perché la memoria del mare è la memoria delle ere ed io non sono che un leggero sospiro tra i suoi passi di danza.

Alice Rocchi per @tantipensieri

Condividi

Lascia un commento