Julius e l’amore

Julius aveva faticato non poco in tutte le sue battaglie.

Aveva onorato il suo re, il suo popolo e la sua spada. Si accingeva a ritornare finalmente in patria in quella terra che gli era stata assegnata per i servizi resi.

Giunto alle porte della sua città, Julius si ferma, nel buio della notte per recuperar forze e appena prima di chiudere gli occhi, accompagnato da una fiamma che lo scaldava, una falena raccoglie la sua attenzione. Julius la inizia a seguire fino a che non incontra un uomo alquanto bizzarro. La sua statura era molto contenuta e portava addosso abiti che non aveva mai visto, aveva un viso spiacevole a vedersi e quasi non si reggeva in piedi.

Quella persona era a dir poco riluttante a vedersi tanto da creare disagio.

Le parole di Julius furono: “Chi siete? Presentatevi, da dove venite?”.

Il bizzarro uomo pronunciò ciò: “Sono ciò che tu sei senza amore”.

Julius replicò con stupore: “Messere ma… io sono innamorato!”

L’uomo misterioso, prima di scomparire, sorrise e pronunciò tali parole: “l’amore non è soltanto il legarsi ad una donna, l’amore è il donare se stessi a tutti senza aver nessuna pretesa.”

@Carlitorosel per @tantipensieri

immagini dal web

Condividi

Lascia un commento