Ninna nanna ninna oh

Ninna nanna ninna oh

Vi osservo mentre dormite. Avete unito i letti, per poter stare più vicine quelle poche volte che siete entrambe a casa. L’oro e il rame dei vostri capelli mescolato e lucente, sotto un raggio di sole che filtra dalle persiane accostate. I visi struccati e distesi nel sonno. La pelle chiara di porcellana. Le mie

Vita

Vita

Si aggirava per casa, senza una meta, senza una cosa chiara da fare, era una sera fredda e piovosa, e stava pensando a lei. Lei, un’amicizia nata per caso fra le pieghe del web, ma che poi era cresciuta a dismisura in entrambi. Si erano scritti per tanto tempo, nonostante le difficoltà legate alla distanza