Dove

Eri all’inizio di ogni cosa, quando magari prevaleva la paura, mentre il coraggio giocava a nascondino.

Eri all’alba, quando mi alzavo, pronto a perdere un’altra giornata dietro a questioni che non mi interessavano.

Eri nel mattino in cui chiedevo caffè.

Eri a mezzogiorno col sole alto e i pensieri a metà. Eri in quel pranzo che non sfamava mai, ma che non potevo negarmi. Eri nel fumo di ogni mia sigaretta, prima e dopo ogni perché, in mezzo ad ogni ma. Eri il pomeriggio che non volevo finisse, se lo passavo con te.

Eri nell’ora che precede la sera, quando le sfumature del cielo imitavano i tuoi occhi e non ci riuscivano. Eri la sera, quando il buio allungava le ombre su presenti instabili e futuri interrogativi.

Eri la notte, con la sua insonnia e i suoi vizi, a raccontarmi la storia di quel soffitto che ho visto da ogni posizione. E poi, di nuovo, sei in ogni attimo in cui mi chiedo dove sbaglio, dove vado, dove sono.

@italicuss per @tantipensieri

immagini dal web 

Condividi

Lascia un commento