Allora sì

Allora sì

Adoro Mina, interprete inimitabile, straordinaria (gusti permettendo naturalmente). “Allora si” dall’Album “Mina 25” – anno 1983, è uno dei brani che preferisco. Testo del mitico Franco Califano, poeta della vita, musica bellissima di Massimo Guantini , che lo valorizza meravigliosamente. La voce di Mina poi, lo rende unico. Una donna si rivolge ad uno uomo,

Salutava sempre

Salutava sempre

Entro dalla porta laterale, la funzione è già iniziata. Faccio rumore con i tacchi accidenti! Qualcuno si gira curioso per capire chi è che entra in ritardo. Mi siedo sul primo angolo di banco che trovo libero. La chiesa è piena di gente, il defunto era conosciuto nella zona, ed era troppo giovane per morire,

In un abbraccio

In un abbraccio

Strette a me già in un desiderio e in un unico battito. Strette a me in un respiro umido e caldo. Strette a me nel sonno del mattino e con le ginocchia sbucciate. Strette a me sulle porte aperte del treno mentre “volate via”. Strette a me quando mi cercherete tra infinite stelle. Sempre strette

Passame er sale

Passame er sale

L’amore che d’è? Aaah.. si me chieedi l’amooore cos’è io non c’ho le parole che c’hanno i poeti nun è robba pe me.. Aaah.. si me chieedi l’amooore che d’è io non c’ho le parole ma so che ner core nun c’ho artro che te. Scusate, canticchiavo, l’autore non me ne voglia. Questo brano, dal

Il fiorino

Il fiorino

Stavo ‘facendo un giro’ su You Tube e mi è capitato di rivedere uno sketch tratto da un famoso film comico. I protagonisti oltrepassano un posto di guardia e viene chiesto loro più volte: “Chi siete?…Cosa portate?…Si ma quanti siete?…Un fiorino!” Mi è venuto da ridere come ogni volta che lo rivedo. Poi ho cominciato

Mi annaffi le piante?

Mi annaffi le piante?

Un messaggio in segreteria: “Francesca, vado a passare il Capodanno a Londra con Gius, mi annaffi le piante?” Ecco, questa era Colomba, la mia amica un anno fa, due giorni prima di capodanno. Ma porca miseria, sempre la solita! Dissi io parlando da sola. Conoscevo Colomba fin dai tempi delle medie, viveva con sua madre