L’attesa di te

L’attesa di te

Mi guardo le mani, i palmi sono pieni di righe che raccontano una storia. Sfioro le dita imperfette ma che mi permettono di fare tante cose, come accarezzare. E mentre sono qui, sogno la tua pelle morbida e profumata, qualcosa che non può essere descritto neppure quando potrò stringerti tra le mie braccia. Immagino e

Noi…la mia meta.

Noi…la mia meta.

Parlavano senza guardarsi negli occhi. Le mani poggiate sul ginocchio di lui, rimanevano incrociate e sigillate in un tocco che sapeva di tutte quelle volte che si erano cercati al telefono, con la voglia di dirsi un sacco di cose, ma alla fine ci avevano solo girato attorno, finendo con il ridere sulle stramberie combinate

Le emozioni sono specchi

Le emozioni sono specchi

Ci sono virgole che metteremmo ovunque per dare quel tono in più, quello che caratterizza, che fa la differenza. Camminavo e mi stupivo. Perché è così che mi piace essere, farmi assorbire. Non mi piace dimenticare neppure gli odori, le linee, i colori. E le emozioni. Se torno indietro affondo nei ricordi come un bambino

Dedicato

Dedicato

Per lei Non accendevo il pc da parecchi giorni e questa mattina l’istinto ha vinto su tutto. Oppure credo sia stato qualcosa di molto più grande. Volevo scrivere. Non che lo stia facendo per un motivo in particolare o perché io sia la migliore di un gruppo che si è creato in questi mesi, ma

Passi di danza, passi di vita.

Passi di danza, passi di vita.

“Ho voglia di calpestare l’erba e ballare.” Penso raccogliendo un fiore di campo. Così dovrebbe essere l’estate, quell’attimo di libertà che ci strappa dal solito, dall’essere insabbiati in routine che spesso stringono, anche i sentimenti. L’aria calda anche a ore tarde, il riverbero di suoni distanti, di feste colorate, di sussurri sbiaditi e di sogni