Le favole tristi

Le favole tristi

Sento e leggo molti che si chiedono come fanno alcune persone a vivere senza ambizione, spesso chi è senza ambizione viene emarginato o deriso. Partendo dal presupposto che bisogna sempre rispettare le idee altrui anche se non condivise vorrei aggiungere che chi è senza ambizione, a parer mio, è molto più realista perché non si

Sulle righe del tempo

Sulle righe del tempo

È strano come oggi possa far male ieri e il domani sembra solo un traguardo irraggiungibile. Ma poi, lentamente, quel domani arriverà e per assurdo quello che un tempo era oggi ci farà male e di nuovo la catena di eventi che porteranno al domani. Perché non riusciamo a godere il presente ad assaporare il

Il mondo continua a girare

Il mondo continua a girare

Il tempo è l’unica cosa che abbiamo eppure non riusciamo mai a fermarlo. Scorre lungo le nostre dita, scivola sul nostro corpo lasciano i segni più profondi delle nostre sofferenze che pian piano riesce ad alleviare. Di tempo se ne perde tanto e quello che passa non si può recuperare. Bisogna avere la forza, il

Un passaggio nella mia vita

Un passaggio nella mia vita

Non avrei mai voluto finire la scuola, alla maturità non avevo ansia perché il mio scopo era farmi bocciare per ripetere l’anno. Qualcuno si domanderà perché? Finire la scuola significa ufficialmente entrare nel mondo dei “grandi” quelli che ammiri così tanto da bambino e che disprezzi quando sei cresciuto. Io semplicemente non mi sentivo pronto

Carpe Diem

Carpe Diem

Perdiamo molte occasioni, si può dire più occasioni che accendini. Ma come capire qual è il momento giusto? A questo non so dare una risposta, potenzialmente ogni momento è quello giusto per dire quello che vorremmo o fare quello che potrebbe allentare la presa del rimorso dalla nostra pelle. Cosa ci fa perdere l’attimo? Molte volte

Almeno godiamoci il viaggio

Almeno godiamoci il viaggio

Cos’è la felicità? Molti se lo chiedono, in tanti la cercano. Io credo che la felicità sia un concetto astratto c’è chi si aggrappa a cose materiali, casa, auto, telefono, capi d’abbigliamento; il problema è che se si rincorre la felicità attraverso questa strada si sarà sempre infelici perché, ogni volta si cerca quel qualcosa

Ciak: si gira.

Ciak: si gira.

Amiamo millantare felicità e ricchezze che non abbiamo perché nel secolo delle apparenze si è seduti dalla parte della ragione solo se si ha un bel viso.  Si fanno vacanze che non ci si può permettere per postare sui social foto di una vita falsa, scattate con un telefonino preso a rate.  Fuori è più

L’imperatore 

L’imperatore 

Tutti hanno una storia da raccontare, oggi con i social è tutto molto più semplice. Imprimi frammenti di vita quotidiana in immagini che verranno viste da molti. Con le immagini è tutto molto più semplice, non c’è bisogno di cercare le parole giuste di adattarle. Il problema è che cerchiamo, io incluso, di stupire sempre

E la chiamano estate 

E la chiamano estate 

Leggo molte frasi dove settembre viene reputato il lunedì dell’anno. Riflettiamoci bene se settembre è lunedì, agosto dovrebbe essede domenica. Ah la domenica, quel giorno di riposo tanto atteso e temuto. Come inizia la giornata? Beh si spera sempre di dormire un po’ di più rispetto agli altri giorni e invece, proprio la domenica, ci

Il tempo si ferma 

Il tempo si ferma 

Ci abbracciammo, la sua fronte che premeva sulla mia spalla, il suo calore che scaldava il mio cuore, la sentivo dentro di me, era quasi parte di me, il tempo si fermò, la felicità; ora sapevo cos’era. Spostò il capo e per un attimo ci guardammo fissi negli occhi, stava per avvicinarsi quasi come per

Senza fili

Senza fili

Avrei preferito un altro finale per un inizio accaduto per caso. Oggi che i giorni passano monotoni e uguali sento ancora l’odore di pesca, il sapore del caffé amaro tutti i brividi e i sudori di quei giorni incastrati tra il cuore e il fegato. L’anima riposa sotto un cipresso piantato esattamente nel mezzo del

La scrittura mi ha salvato

La scrittura mi ha salvato

Perché ho iniziato a scrivere? Un pomeriggio di novembre del 2012. Era un periodo molto cupo, non riuscendo ad esprimere quello che provavo a parole ho lasciato che la penna parlasse per me.  Credo semplicemente che la scrittura mi abbia salvato, se non avessi iniziato a comunicare i miei sentimenti e le mie sensazioni forse sarei

L’altalena

L’altalena

A volte si pensa che la propria vita sia un fallimento, un’eterna altalena tra un’infelicità e un’altra. Una caduta dopo l’altra. Capita di vedere quanto il tempo scorra veloce ma anche troppo lento nella sua esecuzione. Poi ti ritrovi a guardare nel tuo passato rendendoti conto che non è andata poi così male, anzi forse,