Il rifugio

Il rifugio

La macchina sfrecciava in tangenziale  a gran velocità. Si era stupito di quanta gente ci fosse a quell’ ora di notte, pensava di vedere solo qualche altra auto in viaggio, non era il week end e non pensava di trovare traffico nel mezzo della settimana

Studio o lavoro

Studio o lavoro

Studio o lavoro? È l’emblema che si pongono i giovani nella società odierna. Alla veneranda età dei miei 37 anni, posso dire che è una scelta difficile e da ponderare bene perché, se da un lato è vero che imparare un ‘mestiere’ al giorno d’oggi

Il brivido

Il brivido

Era seduto tra gli alberi, pioveva e faceva freddo. Si rannicchiò nel giubbino ancora di più,  la pioggia gli annebbiava la vista ma era arrivato il momento di riprendere il viaggio. Si alzò a fatica e posò lo sguardo sul corpo avvolto nel lenzuolo dal

Il rifugio (the end)

Il rifugio (the end)

Erano le 10 di mattina quando la incontrò al bar del paese. “Ciao Miranda” la salutò per catturare la sua attenzione. “Ciao, mi offri la colazione? Stavo proprio aspettando te perchè sei sempre così gentile”. “Certo” le rispose con sorriso. Ordinò una brioche e un

Il rifugio 

Il rifugio 

La macchina sfrecciava in tangenziale  a gran velocità. Si era stupito di quanta gente ci fosse a quell’ ora di notte, pensava di vedere solo qualche altra auto in viaggio, non era il week end e non pensava di trovare traffico nel mezzo della settimana

La vendetta (the end)

La vendetta (the end)

Era l’ alba quando iniziarono a ricomporsi, anche se ancora brilli per la serata appena trascorsa. Antony propose un caffè per riprendersi e tutti furono d’accordo. Dopo circa 3 minuti, il vassoio con 6 tazzine era sul tavolo, ognuno prese la sua ma ne rimase

Incubo (The end)

Incubo (The end)

 Due settimane dopo Larry era impegnato nella vendita di due cavalli, stava trattando con due clienti molto facoltosi quando gli squillo’ il telefono e vide che era sua madre. Rispose un po’ scocciato perché sua madre sapeva che, quando era fuori per lavoro, non doveva

Incubo

Incubo

I cavalli aspettavano il pasto silenziosi. Micky come ogni giorno inforcò un po’ di paglia per riempire la mangiatoia che i cavalli da lì a poco avrebbero assalito. Si fermò per un attimo a guardarli e si rese conto di quanto fosse per lui importante

Il brivido ( II parte)

Il brivido ( II parte)

Non pioveva più , Jenny continuava a guidare come lui le aveva ordinato, nessuno aveva più parlato da quando avevano superato l’auto della polizia. ‘Alla prossima gira a sinistra’, le ordinò lui con il coltello sempre puntato nel fianco. ‘Dove stiamo andando ? Perché? “

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.