Rotola ancora

Rotola ancora

Lo vedi quel pallone che rotola? Non immagini quanti sogni di bambini contenga. Sogni che avevo anche io, qualcosa rimane sempre dentro, anche dopo tanti anni. Campetti polverosi, pali delle porte fatte con i giubbotti , palloni di fortuna ( mica sempre avevamo 3.000 lire per un pallone decente) , pioggia, caldo, vento e freddo….abbiamo

Punto A Punto B

Punto A Punto B

Chissa’ rinascere guardare con altri occhi sai il punto di vista? Proprio quello quello che non ci piace che spesso non si accetta Una visione opposta alle nostre convinzioni alle nostre sicurezze (?) maturate negli anni. Nelle difficolta’ nelle sere pazze in quelle spente nelle mattine fredde nei pomeriggi lunghi noiosi, pesanti. Punto A e

Cin cin

Cin cin

Resta seduto, non c’e’ fretta. Almeno oggi non ci deve essere, la tua sedia dondola, placida e silenziosa. Poche cose, ma essenziali, caffe’, sigaro, silenzio, luna in questo cielo sereno. Respira a fondo, e guarda in un punto lontano, che ti portera’ altro silenzio. Il rumore di fondo della vita, non arriva stanotte. Nessuno ti

Il cielo di agosto

Il cielo di agosto

E’ andato anche questo. Come un temporale improvviso, intenso ma bagnato, senza lampi che ti avvisino, ma con tanta pioggia. Lacrime e sorrisi, urla e sussurri. Siamo di nuovo nella vita frenetica, senza rendercene conto. Eppure ogni volta, ci coglie impreparati, anche se sappiamo che arriva senza fretta, allora perchè? Perchè non siamo mai pronti?

Brividi e polvere

Brividi e polvere

Sai? Bisogna decidere: Cosa vuoi diventare? In quanto tempo? In che modo? Con chi? Ricordi i brividi? Certo che li ricordi sono sottopelle, quelli piacevoli non passano mai. Sono con noi sempre e comunque Ma non li senti più, troppa polvere troppa strada troppi bivi, scelte, decisioni. Pensieri e parole Parole e chiacchiere Voglie e

Effetto farfalla

Effetto farfalla

Quel movimento impercettibile involontario della tua esistenza che ha cambiato il mondo che vivi potevi conoscerne chissà quanti chissà quali ma quel tuo dire si o no ha cambiato tutto quanto. Non esiste rimedio: se la farfalla si muove la reazione è rapida, indietro non torni. Chissà quale dei movimenti ti ha cambiato cosi’ in

Non mi trovo

Non mi trovo

Non mi trovo più. Da troppo tempo. Mi riconosco, sono sempre io, ma non so dove sono finito. Le pareti della mia prigione mentale si stringono, ogni momento di più. Mi giro da un lato, vedo desolazione, mi giro dall’altro, vedo caos. Ma ero bravo a organizzare il caos, ora mi ci sono perso. Non

Il tempo porta via

Il tempo porta via

E’ solo un momento. Un momento particolare , che ti cambia la prospettiva della vita. La vita. 4 lettere che racchiudono tutto e niente. Emozioni, delusioni, brividi, noia. Quattro lettere che ci accompagnano fino alla fine, che ci dovrebbero far trovare un momento per riflettere. Riflettere su quello che eravamo, su dove siamo arrivati, la

Tic tac

Tic tac

Cos’è che più ti angoscia? Cosa temi? Quale paura covi che vorresti evitare? Dialoghi interiori, ne facciamo tanti. Chi ti delude, chi ti lascia solo, chi ti tradisce, chi non si fida di te nonostante tutto. Timori ne abbiamo tanti, non si possono risolvere pensandoci, non si possono eliminare ignorandoli. La vita è una candela,

Buffoni e Re

Buffoni e Re

Ma come fai………a nun ricorda’. Come fai a scordatte li pensieri quelli che nasceveno da soli insieme a me Stanno sempre li’ ce guardano, ce pijano pe’ mano er còre e’ n’archivio nun se cancella gnente de quello che l’ha fatto batte forte come er vento de tempesta rosso come er sangue unico come l’occhi

Tutto scorre

Tutto scorre

In fondo aiuta. Non ci piace, non lo vogliamo, ci tocca conoscerlo per forza. Ma aiuta. A crescere dicono, a renderci piu’ forti, piu’ convinti, o meno ingenui. Aiuta. Perchè alla fine, senza di lui, anche i rimedi non ci sarebbero. Sto parlando del dolore, cari signori e signore, convenute in questo decalogo del dolore.

Paura

Paura

Non si supera non si passa si conosce si aspetta Arriva puntuale quando non dovrebbe perdite? Ritrovamenti? Chissà… Sta davanti a noi placida, paziente non si fa notare non occorre. Pesantezza occhi lucidi mente no terrore Arriverà saremo pronti? Non credo non penso Parlo di te di te che sei ovunque ma che non mi

Caro destino

Caro destino

Si soffre sì, allora? Mi incazzo certo! Siamo fatti di sangue e carne. Siamo fatti di istinto, di veleni iniettati dalla vita, di delusioni, di mancanze, di rancori. Non esiste gente limpida al 100%, amico caro. Non esiste gente che sta bene come dice, esiste solo gente che millanta, che dimentica, che fa finta di

Pomeriggio

Pomeriggio

Non scrivo non leggo osservo e correggo lascio andare non serve correggere la vita e’ quella che e’ che vuole essere inutile cercarla ti viene addosso o ti porta con se’ dipende si, ma non da noi, Riprendo a pensare lo specchio ? Ci vuole coraggio a guardarci dentro riflette l’anima gli errori gli anni

Ombra

Ombra

Sono la tua ombra . Mi senti? Sono la tua coscienza stagliata sul muro. Quando ti senti solo , sai che la tua ombra e’ con te. Sei troppo abituato a avermi accanto. Non ci fai caso, tranne quando non hai alternative . Quando ti guardi in uno specchio vitreo, che non riflette altro che

Ti parlero’

Ti parlero’

Vieni qui, siediti. Appoggia la testa sulla mia spalla, lascia andare i capelli sciolti. Ti parlero’ delle tue mani delicate, che sforano la vita e la accarezzano. Delle ombre, sparse nelle sere fredde, che nascondono amarezze. Della luce soffusa, nella tua anima inquieta e immensa. Ti parlerò dei sogni, si dei sogni, quelli mai diventati

Amore per me

Amore per me

Ti amo perché sei tu Perché i nostri cuori Sì cercano sempre Perché hai occhi Che trovano i miei Nella vita stupida Io ti amo Ti voglio perché ti amo Ti amo perché sei mia Il cuore corre impazzito E felice sul tuo Il tuo corpo e il mio Sono fusi insieme Quando litighiamo Faremo

Serenata der core

Serenata der core

Ogni tanto ancora se senteno a Roma le serenate d’amore cantate strillate de notte ner cielo stellato se arza un sentimento se affaccia la bella e lui canta emozionato la voce rotta dall’emozione. Ogni tanto ancora se trova quarcosa che vale che te commove te fa scenne li lucciconi amore mio amore grande parole tanto

Poesia di bambina

Poesia di bambina

La delicatezza dei tuoi gesti, la ricordi bene. Spensierata bambina, capelli al vento e occhi grandi, sempre in cerca di conferme, di imparare qualcosa. Non ti fermi ai richiami del tempo, giri timidamente il viso e sorridi, poi svanisce il passato. Ma in quell’attimo e’ ben messo a fuoco, oh si, molto bene. Uno dei