La valigia

La valigia

Quando si prepara una valigia si mette dentro qualcosa di casa, in partenza verso un luogo che non è casa. Arrivi, non pensi nemmeno a disfarla, sarà comunque un tempo limitato, può esser lungo, ma prima o poi finirà. Devi andar via, la vita non ti dice: “Resta, rimani qui per sempre”. Le valigie sono

Il tiro alla fune

Il tiro alla fune

Cordoni ombelicali che non si vogliono tagliare, corde sostitutive, ma comunque funi; logorate, annodate, sbiadite che stanno là finché c’è persona ancora presa a tenerle strette; chi tira, chi vuol essere tirato/a , chi staziona fermo/a godendo del gioco triste di un finto abbandono ed aspetta di esser strattonato.  Gioco perverso, gioco infelice, quanta tristezza.

Frida

Frida

L’ autobus percorre le strade affollate di Città del Messico, la via è a tratti tortuosa, i rumori del trambusto cittadino sono ovattati dal vetro. Siede dentro una ragazza dal viso affascinante, un libro lasciato aperto sulle gambe, guarda fuori dal finestrino, pensa… Il giorno è stato faticoso e lungo come sempre, finalmente ora è

Le priorità

Le priorità

Nel corso della vita si passano molti periodi, a volte troppi, a rovinare i momenti di serenità, ad andare a cercare lo scontro, a trascorrere le giornate lamentandosi. Passano i giorni, gli anni, dando importanza a cose, eventi, dinamiche inutili e sterili. Il tempo passa e non ce ne rendiamo conto, perdiamo i punti stabili,

Cari libri…

Cari libri…

Leggendo un articolo su Tantipensieri ho sentito poi subito il bisogno di rispondere. Il pezzo che ho letto descriveva l’ amore per la lettura, l’ atto del leggere che diventa a volte compulsivo e atemporale perché spesso trascina in un tempo parallelo ed immaginario. L’autore fa partecipi tutti dei libri più significativi della sua vita

Le madri di tutti

Le madri di tutti

Quando si è madri, lo si è di tutti. Ognuno può dare a questo ruolo la fonte che preferisce: istinto materno, archetipo, educazione, tradizione, il fine ultimo rimane il diventare madri. Esiste una predisposizione ad attuarsi in modo materno al di là che si abbiano o no dei figli. Prendersi cura, dare attenzioni, donarsi, rinunciare,

Cara Debora…

Cara Debora…

Cara Debora, caro Tantipensieri, è aprile, la primavera tentenna ad arrivare, saranno queste regressioni verso l’autunno che ci portano a ricordare periodi lontani più freddi. Ho letto la lettera. Debora incide immediatamente con le sue parole e fa un’ associazione veritiera e rivelatrice quando descrive le mie come includenti un taglio.   Esattamente un taglio,

Io non ho paura.

Io non ho paura.

La paura è la sensazione che a momenti possa accadere qualcosa di devastante, di irrimediabile. Genera angoscia, impotenza, dolore. La paura che il male sovrasti ogni cosa ed in parte riesca nel suo intento. Sgretola anche la minima briciola di vita, annienta i sorrisi, esilia la speranza, distrugge ogni forma di sicurezza precedentemente acquisita.  A

L’ateismo

L’ateismo

L’ ateismo può essere considerato una corrente di pensiero filosofica, radicata ormai da millenni e inclusiva, anche, di molti rappresentanti di un certo valore culturale. ” Si definisce ateo o atea colui o colei che non crede in alcuna divinità, ne nega o non ne riconosce l’esistenza ” , prendo in prestito questa citazione e

Parole e parole

Parole e parole

Accade di non aver nulla da scrivere, da immaginare, di cui sperare; certo, si potrebbe scrivere di ricordi, succede però che nemmeno più del passato vuoi parlare. Colma di parole e non riuscire a dirle o forse a non poterle dire. Per assurdo, piena di sensazioni, anche contrastanti, non riuscendo a manifestarle. Un blocco.  Ma

Le strategie

Le strategie

Le strategie sono attuate da chi ha una personalità manipolatrice; da chi, per arrivare ad uno scopo di cui  non esser fieri, utilizza chiunque. Il manipolatore o la manipolatrice è incapace di provare veri sentimenti o legami; tutto è finto, calcolato, controllato. Chi manopola usa le persone che per loro sfortuna gli sono accanto, ancora

Etilismo femminile

Etilismo femminile

Un terrazzetto di un semplice albergo si affaccia sul mare, una ringhiera bianca lo circonda, rami di edera e fiori fucsia si arrampicano intorno ad esso. Un pavimento che richiama il colore del corallo, tavolini e sedie in ferro bianchi, ombrelloni color ciliegio. Un pomeriggio ai primi di settembre, ore 18:00, i tavoli sono tutti

L’ ingratitudine

L’ ingratitudine

Penso che non ci si abitui mai all’ ingratitudine, non si dà mai per scontata, invece riappare ogni volta, in modo cadenzato. Il ” foro ” che produce ci dilania all’ improvviso, distrugge una speranza, un segno, un atto d’ amore.  Chi conosce la gratitudine è ostinato, persevera nei suoi gesti d’ affetto, di sostegno,

I perchè dell’amore

I perchè dell’amore

L’ amore non si spiega, è per assurdo un dato di fatto, prova e controprova che sia indefinibile e non quantificabile; segue vie diverse, eteree e magiche, fuori dalla ragione. L’ amore cammina insieme ai sogni, ai progetti, ai desideri, a volte irrealizzabili, a volte esauditi, altre volte, ancora attesi. Quando diventa maturo è caratterizzato

Lettera urgente

Lettera urgente

Questa volta non farti impietosire. Hai dato tante, troppe possibilità; molta clemenza, prolungata pazienza. Si, vero, l’ hai fatto per loro, come sempre si è indecisi per la scelta migliore. Hai atteso che almeno un lume facesse luce su tanto buio, piccole deboli fiammelle, spente subito, poi di nuovo il freddo. Hai aspettato che crescessero