Etilismo femminile

Etilismo femminile

Un terrazzetto di un semplice albergo si affaccia sul mare, una ringhiera bianca lo circonda, rami di edera e fiori fucsia si arrampicano intorno ad esso. Un pavimento che richiama il colore del corallo, tavolini e sedie in ferro bianchi, ombrelloni color ciliegio. Un pomeriggio ai primi di settembre, ore 18:00, i tavoli sono tutti

L’ ingratitudine

L’ ingratitudine

Penso che non ci si abitui mai all’ ingratitudine, non si dà mai per scontata, invece riappare ogni volta, in modo cadenzato. Il ” foro ” che produce ci dilania all’ improvviso, distrugge una speranza, un segno, un atto d’ amore.  Chi conosce la gratitudine è ostinato, persevera nei suoi gesti d’ affetto, di sostegno,

I perchè dell’amore

I perchè dell’amore

L’ amore non si spiega, è per assurdo un dato di fatto, prova e controprova che sia indefinibile e non quantificabile; segue vie diverse, eteree e magiche, fuori dalla ragione. L’ amore cammina insieme ai sogni, ai progetti, ai desideri, a volte irrealizzabili, a volte esauditi, altre volte, ancora attesi. Quando diventa maturo è caratterizzato

Lettera urgente

Lettera urgente

Questa volta non farti impietosire. Hai dato tante, troppe possibilità; molta clemenza, prolungata pazienza. Si, vero, l’ hai fatto per loro, come sempre si è indecisi per la scelta migliore. Hai atteso che almeno un lume facesse luce su tanto buio, piccole deboli fiammelle, spente subito, poi di nuovo il freddo. Hai aspettato che crescessero

6 Novembre

6 Novembre

Tra qualche giorno compio 80 anni, hanno il colore dell’argento. Son passati e non me ne sono accorta. Cosa ci si chiede quando si arriva ad una data importante? Se si è stati felici, se abbiamo tutelato, protetto, amato, questa nostra unica vita. Quando penso al tempo trascorso, il primo pensiero va ai miei figli.

Ma chi ho amato?

Ma chi ho amato?

A volte mi basta uno sguardo, poi cominciano a parlare, le donne… Donne di tutte le età, quelle che hanno ancora qualcosa da dire, da raccontare… Lei, poco più di 30 anni, mi disse: ” Mia madre è stata bravissima, sai, non ci ha mai fatto odiare mio padre. Papà non si comportava bene con

Il baule

Il baule

Voglio narrare di una storia “magica”, a renderla speciale è che tutto sia accaduto realmente. Conoscevo un’anziana signora, di quelle vestite spesso di nero, candidi capelli bianchi lunghissimi raccolti in uno chignon. Quando ero bambina giocavo spesso davanti al suo negozio di giocattoli, diceva a mia madre: ” Lasciala qui “. Passarono gli anni, per