Sorpresa e stupore

Sorpresa e stupore

Sono in vespa, oggi ho preso la moto a mio figlio, ho voglia di shopping in centro. Sono lì che esco dalla galleria, solito girotondo assurdo a piazza Corvetto, metto la freccia regolare a sinistra per girare quando mi trovo a fianco un pivello su uno scooter. Vedo che rallenta, si gira e mi guarda…

Volevo

Volevo

Volevo un cielo come questo e spesso c’è. Volevo essere come mi sarebbe piaciuto essere e qualche volta lo sono. Volevo raccontare una bella storia e volevo anche che qualcuno l’ascoltasse ed è accaduto. Volevo ricordare un sacco di cose, che mi avrebbero fatto compagnia quando fossi rimasto solo e infatti ne ricordo moltissime. Volevo

Ricordi a muro

Ricordi a muro

A volte giungono cose straordinarie, ricordi che si portano nel cuore. Come quel bacio rubato per la prima volta alla persona amata, quella serata in piazza a ridere a crepapelle per nulla, un tramonto, un’alba, una qualunque cosa abbia portato un po’ di serenità o, almeno, una lieve distrazione, una deviazione dalla strada che si

Oltre il mare

Oltre il mare

Guardo il mare e chiudo gli occhi abbagliata dai raggi del sole. Lui è dall’altra parte di quel mare così azzurro e verde, come i suoi occhi. Allungo la mano per accarezzare il suo viso, per delineare il contorno delle sue labbra, così morbide, così carnose; è bello da togliere il fiato. Respiro e ispiro a

Il dono di Giuni

Il dono di Giuni

Un’estate al mare Voglia di remare Fare il bagno al largo Per vedere da lontano gli ombrelloni-oni-oni Un’estate al mare Stile balneare Con il salvagente Per paura di affogare Non passa estate senza che io canticchi questo ritornello, lo senta in radio o come sottofondo nei centri commerciali. Un’estate al mare, un vecchio brano del

Carnevale

Carnevale

L’usanza gli era sembrata subito strana o, quantomeno, a lui non era mai capitato di vederlo. Un Carnevale in piena estate con tanto di carri allegorici, persone travestite nei modi più svariati, coriandoli e stelle filanti come nella migliore tradizione. Era la fine di luglio e in quei giorni il caldo era opprimente. Lei, una

Fotografie

Fotografie

Accendo un vecchio computer che non uso da tempo. Ritrovo una cartella di qualche anno fa, risale a quando frequentavo le medie o forse i primi anni di liceo. Leggo “FOTO” e clicco: più di 2000 ricordi spuntano caricandosi davanti ai miei occhi. Tante persone, qualcuno c’è ancora, altri non li frequento più. Scorro in

Trieste

Trieste

Sono sul treno seduto al mio solito posto, lato finestrino. Ormai Trieste si avvicina come una nuova conquista. Il treno rallenta e mi dà la possibilità di osservare dal vetro ancora bagnato dalla recente pioggia, i binari che inseguono movimenti di costa, e quel capolavoro di città che si estende sul mare. Trieste da lontano

Casa

Casa

Valigia chiusa! Check-in fatto! Ancora una volta si parte. Vacanze finite, volate via in fretta. È il momento dei saluti, degli arrivederci. Amici, famiglia e lui: il tuo amore… Non si è pronti, non ci si abitua mai a questa distanza. Non tutti possono capire, in pochi sanno cosa voglia dire dover lasciare il tuo

Frida

Frida

L’ autobus percorre le strade affollate di Città del Messico, la via è a tratti tortuosa, i rumori del trambusto cittadino sono ovattati dal vetro. Siede dentro una ragazza dal viso affascinante, un libro lasciato aperto sulle gambe, guarda fuori dal finestrino, pensa… Il giorno è stato faticoso e lungo come sempre, finalmente ora è

Effetto farfalla

Effetto farfalla

Quel movimento impercettibile involontario della tua esistenza che ha cambiato il mondo che vivi potevi conoscerne chissà quanti chissà quali ma quel tuo dire si o no ha cambiato tutto quanto. Non esiste rimedio: se la farfalla si muove la reazione è rapida, indietro non torni. Chissà quale dei movimenti ti ha cambiato cosi’ in

E ogni giorno ne scopro una nuova

E ogni giorno ne scopro una nuova

Apro il primo giornale online che mi capita e trovo la notizia di oggi: “Vaccini, arriva una nuova legge M5s-Lega. Basta un’autocertificazione” “Basterà una autocertificazione di avvenuta vaccinazione per iscriversi a scuola”. Lo ha annunciato il ministro della Salute Giulia Grillo che ha presentato una circolare interministeriale al fine di depotenziare il decreto legge Lorenzin,

Pensare a Te

Pensare a Te

Passo le dita fredde sulla pelle scottata dal sole. È arrossata, ma profuma ancora di mare. I capelli bagnati lasciano scivolare goccioline pulite lungo la schiena nuda e guardo, nel tramonto, gli altri tetti. Rileggo il tuo scritto avvertendo il luccichio accendersi nei miei occhi. Quando sollevo lo sguardo vedo tutto più bello e sospiro

Dimmi se

Dimmi se

Dimmi se esiste, un amore fatto d’essenziale, dove basti la persona e le parole possano arrivare per seconde. Dimmi se esiste un luogo dove poterci confrontare con il cuore che batte facile, sprovvisto di un’impresa impossibile da dover conquistare, quando basterebbe una carezza tra i capelli a contenere ogni singolo istante passato insieme. Ho il