Pomeriggio

Pomeriggio

Non scrivo non leggo osservo e correggo lascio andare non serve correggere la vita e’ quella che e’ che vuole essere inutile cercarla ti viene addosso o ti porta con se’ dipende si, ma non da noi, Riprendo a pensare lo specchio ? Ci vuole coraggio a guardarci dentro riflette l’anima gli errori gli anni

Cara Debora…

Cara Debora…

Cara Debora, caro Tantipensieri, è aprile, la primavera tentenna ad arrivare, saranno queste regressioni verso l’autunno che ci portano a ricordare periodi lontani più freddi. Ho letto la lettera. Debora incide immediatamente con le sue parole e fa un’ associazione veritiera e rivelatrice quando descrive le mie come includenti un taglio.   Esattamente un taglio,

Aiuto, aiuto, gridai nella notte…

Aiuto, aiuto, gridai nella notte…

Ci sono fatti curiosi che balzano agli onori della cronaca periodicamente; nel giro di qualche settimana si moltiplicano, fino a farci preoccupare per l’insolita frequenza in tempi così ridotti, per poi sparire nel nulla e tornare identici qualche tempo dopo. Il postino azzannato dal cane; i TG e i quotidiani si riempiono delle disavventure di

Gessetti.

Gessetti.

Primo mattino corro in stazione a cercare di prendere almeno il secondo treno perché come al solito arrivo tardi quindi a prendere il primo ci ho rinunciato da mesi. Il problema è che per trovare un posto libero devi avere qualche aggancio direttamente con Roma a quanto pare bisognerebbe scomodare il Papa o avere buoni rapporti

invisibile

invisibile

 invisibile… come quel  che non  esiste come  una voce che non si  sente   invisibile come una  cosa che non si tocca, come un pensiero che sfiora ma non  si  forma. Invisibile come tutte quelle mani che  aiutano  ma  non se ne accorge nessuno  come  quegli occhi  che  chiedono  senza parlare e che  vengono  chiusi per 

Muri dentro

Muri dentro

Quando nasciamo siamo DNA allo stato puro. Tratti somatici, con accenni di somiglianze, che si evolveranno e cresceranno con noi. Poi c’è il carattere, anch’esso già ben impresso, e quello resterà. L’ambiente dove cresciamo, l’educazione che ci viene impartita, influiscono sulla nostra formazione. Maturiamo, impariamo a rapportarci con le diverse persone e realtà che ci

Gioco sola…con te.

Gioco sola…con te.

“Ti regalo il presente, ho solo quello. E credo che nessuno abbia di più.” Dicono… per me è un’illusione, un’inutile giustificazione. Ma in questo “qui e ora” si sente che c’è crescita, giorno su giorno, che c’è carne, sangue, sudore, desiderio implacabile di vita, di voglie indecenti, di pensieri infinitamente impuri, di follie e incoscienza.

Dormi

Dormi

Ti guardo dormire. I miei occhi sulla tua pelle. La tua schiena danza calma e leggera al ritmo del tuo respiro. Le tue braccia forti che mi circondavano, ora stringono il cuscino. Le tue mani, prima gentili e decise su di me, chiuse quasi a pugno. Un impercettibile sorriso sulla tua bocca, che mi cercava….

Onirica realtà

Onirica realtà

Capita a tutti di viaggiare con il treno della fantasia e confondere la realtà con il sogno, a volte uno splendido sono in una reatà distorta. Quello che si vive è un idilliaco senso di benessere tramutato nell’essenza di vivere. Ma come tutti i sogni capita che bisogna svegliarsi, arriva sempre quel colpo di frusta

Uscire da noi

Uscire da noi

La paura di essere dimenticati. Credo sia questo che detta il quasi disperato bisogno di apparire, di mettere sul mercato ogni minimo dettaglio della propria vita, le ansie, quello che intimamente ci accade; lo trovo forte e inutile, ma che rispecchia tante persone in una società veloce e distratta. Sarà un modo per urlare “io

Perche’

Perche’

Perché tu ,oggi tra le righe . Perché tu   in ciò che manca non ci sei e quel che non trovo mi dai… Perché tu, che stai nell’anima e in fondo al buio tunnel dai la luce,  doni pace mi crei fuoco…Perché è passione o tenerezza, perché è ragione e follia,perché è tra le pieghe

Donne contro donne

Donne contro donne

Non si può piacere a tutti. Questo è ovvio. Siamo tanti in questo mondo e tutti diversi, per carattere, aspetto fisico, estrazione sociale, per il modo di fare e di essere siamo tutti diversi, e anche se non ci piacciano dobbiamo convivere, o per lo meno sopportarci. Certo, sarebbe bello avere solidarietà, complicità, un aiuto

Io non ho paura.

Io non ho paura.

La paura è la sensazione che a momenti possa accadere qualcosa di devastante, di irrimediabile. Genera angoscia, impotenza, dolore. La paura che il male sovrasti ogni cosa ed in parte riesca nel suo intento. Sgretola anche la minima briciola di vita, annienta i sorrisi, esilia la speranza, distrugge ogni forma di sicurezza precedentemente acquisita.  A

È il terzo millennio.

È il terzo millennio.

Oggi è la prima vera giornata di primavera che, pur in ritardo rispetto al calendario, ha “scaldato” è anche la domenica di Pasqua e dopo l’abbondate pasto la voglia di buttarti sul divano a sonnecchiare è tanta, te lo proibisci, ma anche se non ne hai molta voglia trovi la forza e così ti dici

I luoghi della memoria

I luoghi della memoria

Tutti noi abbiamo dei luoghi che ci ricordano emozioni, esperienze, fatti e persone del nostro passato. I luoghi, più di ogni altra cosa, sono lì a ricordarci quanto abbiamo vissuto. Le cose si modificano nel corso del tempo, le persone cambiano il loro carattere, con alcune ci si allontana perchè la vita ci porta a fare

Martin Luther King

Martin Luther King

“Se qualcuno di voi sarà qui nel giorno della mia morte, sappia che non voglio un grande funerale e se incaricherete qualcuno di pronunciare un’orazione funebre, raccomandategli che non sia troppo lunga. Ditegli di non parlare del mio premio Nobel, perché non ha importanza. Dica che una voce gridò nel deserto per la giustizia. Dica

Allora sì

Allora sì

Adoro Mina, interprete inimitabile, straordinaria (gusti permettendo naturalmente). “Allora si” dall’Album “Mina 25” – anno 1983, è uno dei brani che preferisco. Testo del mitico Franco Califano, poeta della vita, musica bellissima di Massimo Guantini , che lo valorizza meravigliosamente. La voce di Mina poi, lo rende unico. Una donna si rivolge ad uno uomo,

Amore per me

Amore per me

Ti amo perché sei tu Perché i nostri cuori Sì cercano sempre Perché hai occhi Che trovano i miei Nella vita stupida Io ti amo Ti voglio perché ti amo Ti amo perché sei mia Il cuore corre impazzito E felice sul tuo Il tuo corpo e il mio Sono fusi insieme Quando litighiamo Faremo