Arcani

Arcani

Accendo lumini lungo il perimetro della stanza, una luce soffusa si diffonde e si alza. Fuori è già buio, fa freddo e ho voglia di sapere. Mescolo le carte, taglio il mazzo, le spargo capovolte sul tavolo. Arcani maggiori, arcani minori, coppe, bastoni, spade e denari. Simboli, parole, colori, aspetti, elementi. I miei pensieri pongono

Un grido muto

Un grido muto

Nubi nere scivolavano via verso un orizzonte indefinito e restava in un silenzio, denso, non aveva più le forze neppure per sollevare lo sguardo, voleva rimanere in quel niente infinito. Stasera non aveva voglia di scrivere, a dire il vero vorrebbe solo urlare, si sentiva come quando piangi, piangi e piangi ancora, talmente tanto che

La notte

La notte

Ti prende quasi d’assalto improvvisamente, ti scoppia tra cielo e pensieri , si traveste tra i tuoi sogni si insinua tra le fessure di una finestra  ancora aperta, sfiora le stelle, ti illumina tra spicchi di luna e silenzi incessanti, ma pure tra rumori potenti… Non la fermi, lei scorre, ti scorre tra le vene

Domani

Domani

Niente è per sempre: l’amore, l’amicizia, la famiglia. Oggi c’è la felicità ma, improvvisamente, domani tutto cambia e ti ritrovi con le tue certezze a pezzi e le incertezze che prendono prepotentemente il sopravvento e tutto quello che ti eri faticosamente costruita. Poi, per caso, incontri qualcuno che riesce a farti cambiare idea e parola dopo

Il viaggio in Messico

Il viaggio in Messico

– Buonasera Signora cara, io sarò il suo anestesista. – Ah! Lei è il dottore che mi farà viaggiare. Ha la faccia simpatica e rassicurante, sulla sessantina, e a questa mia battuta scoppia in una sonora risata. – Signora, sono un anestesista non uno spacciatore! Rido anch’io. Qualche domanda di routine e se ne va

Adesso basta

Adesso basta

Cancello le lacrime di mascara e sono pronta per uscire. Indosso un maglione nero, avvolgente e caldo come un abbraccio in una giornata fredda d’inverno, i vecchi jeans con i segni del tempo, delle belle giornate spensierate. Mi sento a mio agio così oggi, sicura di me, consapevole della mia forza, per affrontare questo nuovo

Un’alba senza fine

Un’alba senza fine

Perdo ogni volta me stesso, in campi elisi immaginari, dove l’unica certezza è l’agognata serenità, mentre vivo una vita reale e apparentemente normale, che di normale non ha alcunchè. E sogno ad occhi aperti, archi fioriti di infinita bellezza dal profumo inebriante, dove poter scambiare un bacio e un abbraccio, come due amanti teneri e

Tante vite in un vagone

Tante vite in un vagone

Il treno delle 7.00 è in ritardo anche stamattina, le luci della notte sono ancora accese e il freddo oggi è pungente più del solito. Una voce ci avvisa che il treno è in arrivo e corriamo tutti nella speranza di trovare magicamente un posto libero. Mi siedo accanto al finestrino, infilo le cuffie mentre

Distorsione dell’autenticità

Distorsione dell’autenticità

Una sera mi è capitato casualmente di seguire la presentazione di “Soubrette”, cortometraggio sulla favola amara dell’apparire e ispirato a una storia vera, che racconta sotto forma di novella, con risvolti dolorosi, come l’ossessione dell’apparire, la ricerca della notorietà a ogni costo che nasconda in realtà una profonda insicurezza, ingigantita dalla solitudine e da una

L’intuito delle donne…

L’intuito delle donne…

Ne avete mai sentito parlare? Credo che non sia  solo una diceria nè una frase fatta: l’intuito femminile ha proverbiali origini… Intanto, cos’è questo famoso amato e odiato intuito delle  donne? È sicuramento quella cosa che ti fa sentire prima di vedere, quindi è basato molto sulle sensazioni a pelle… È quella cosa che ti basta guardare

L’ultima volta

L’ultima volta

Guardo distrattamente la sveglia, non riesco a dormire. Mi alzo e rabbrividisco quando poggio i piedi sul pavimento freddo della mia stanza. Il fuoco nel camino è ormai spento. Apro lentamente gli scuri e osservo il buio della notte. Fuori c’è una luna bellissima e mi chiedo se anche tu la stia guardando o se

L’aeroplanino di carta

L’aeroplanino di carta

C’era una volta un aeroplanino di carta, chiuso dentro una stanza. L’aereoplanino era fatto di un solo foglio bianco, pulito, di quelli che aspettano una penna per essere scritti. Lui aveva una vocina dentro che continuava a ripetere: “Tu volerai!” Quando però provava ad alzarsi in volo dentro a quella stanza, era una disfatta. Si

Non pensare

Non pensare

Non pensare, non ci pensare. Come se fosse facile non pensare. Non si può premere il pulsante off e smettere di pensare. Si può spegnere la luce, la musica, la TV, si può silenziare tutto, ma non i pensieri. Si può circondarsi di silenzio, ma la mente continuerà a far rumore, a parlare, a gridare

Immagino te

Immagino te

Nasce il giorno con o senza sole e guardo il letto vuoto. Immagino te, che dormi su un fianco e sento il tuo lieve respiro, accarezzo piano il tuo volto caldo, attento a non svegliarti e mi sento in paradiso. Ma quando la mia mano si ferma, sento il freddo delle lenzuola ed il tuo

Un nuovo giorno

Un nuovo giorno

Timidi raggi di sole invadono la stanza, facendo compagnia al silenzio. La sveglia suona dolcemente per ricordare al mondo che un nuovo giorno ricomincia. E chissà cosa ci riserverà. Resto ferma a pensare, sotto le coperte dello stesso colore del cielo estivo. Fuori è ancora freddo, o forse sono io che preferisco restare accoccolata tra

I sorrisi delle donne

I sorrisi delle donne

Bellissimo  parlare di noi, bellissimo saper parlare e sorridere, perchè come dice il titolo di questo mio pezzo, il sorriso è il nostro piatto forte. Questa forza che esce quando siamo felici, ma anche quando non tutto funziona a dovere. Non risolve, ma aiuta. Guardiamo poi  una donna che sorride, la bellezza non conta tanto

La felicità all’improvviso

La felicità all’improvviso

Ho imparato che la felicità arriva quando meno te lo aspetti, all’improvviso. Arriva come un fiume in piena e tu sei talmente frastornata che non ti scansi ma ti lasci travolgere. Ti lasci travolgere consapevole che la tua vita non sarà più la stessa; consapevole che quel fiume in piena è come un pugno nello stomaco, arrivato inaspettatamente quando ormai ti

Passionate tango

Passionate tango

Non so ballare il tango, almeno non come vorrei (purtroppo), ma osservare due danzatori di tango con una bella musica di sottofondo mi coinvolge e mi incanta. Specialmente quando sanno interpretare il brano su cui danzano, traducendolo scenograficamente. E’ un ballo caldo e passionale e secondo me non basta saper eseguire in modo tecnicamente perfetto