Il pensiero di Alex – Oltre me (di Lucia Triolo)

Il pensiero di Alex – Oltre me (di Lucia Triolo)

Oltre me perché:  la parola, la pagina, la poesia diventano per Triolo la via d’uscita, la possibilità di salvezza per eccellenza, ancestrale e insostituibile. Il verso spezzato e duro, la frammentazione dell’io e del ritmo sono funzionali all’intensità del dire, di cui l’autrice si fa portavoce determinata e profondamente autentica.L’occhio incastrato nell’orbita fissa percorsi invisibili

Cara Mimi’

Cara Mimi’

Cara Mimì, tutte le volte che la maggior parte di noi donne ascolta le tue canzoni forse vorrebbe scriverti e farti mille domande e raccontarti mille cose, avventure, amori e parlare con te degli uomini. Pochi anni prima della tua scomparsa hai interpretato un gioiello delle musica italiana “gli uomini non cambiano” ed inevitabilmente sembra

Petali soavi

Petali soavi

Cercami come l’aria come le rose fanno al sole esprimiti in meraviglia con i colori con la delicatezza e l’eleganza dei petali sboccia ardentemente espandi la tua bellezza così che io resti ti ammiri e rimanga fermo ammaliato dalla tua natura blindato dalla tua ricerca incatenato dalla grazia tua.   @carlitorosel per @tantipensieri immagini dal

Passione!

Passione!

Scorci di istanti resi intensi da battiti puri sensazioni di vita che aleggiano tra speranza e ricerca bontà decisione pensieri ossessione ti cerco ti voglio ci torno non mangio ritorni Amore sei cuore sei vita un senso soltanto ascoltare ancora le dita che scivolano sul volto che sia vero o ritratto non cancella il tempo

Chiaro di luna

Chiaro di luna

Candido petalo del fiore notturno cosa racchiudi nel tuo silenzio di spettro? Illumini strade che non abbiamo scelto Ispiri una progenie che nutre la carcassa putrescente di ciò che sa per non affrontare il parto di ciò che può. Assisti allo scempio di sogni più grandi perché il sole continui a sorgere sullo stesso orizzonte.

Il pensiero di Alex –  Amor migrante y el último cigarrillo/Amore migrante e l’ultima sigaretta (di Antonio Nazzaro)

Il pensiero di Alex – Amor migrante y el último cigarrillo/Amore migrante e l’ultima sigaretta (di Antonio Nazzaro)

Amore migrante e l’ultima sigaretta perché: Nazzaro parla d’amore, un amore particolare e universale al tempo stesso, senza mai cadere del banale ma, al contrario, riuscendo a essere incisivo e toccante, con un versificare spesso breve eppure sempre misurato e profondo, in cui la vista e il nome diventano i segni da seguire  per mettersi

Il pensiero di Alex – Consumarsi a piccoli tagli (di Maria Grazia Nappa)

Il pensiero di Alex – Consumarsi a piccoli tagli (di Maria Grazia Nappa)

Consumarsi a piccoli tagli perché: il dolore porta sempre con sé qualcosa di turbante e perturbante; rappresentano molto bene questa idea i versi durissimi di Nappa che, con terminologia diretta e ritmo serrato, ci accompagnano al centro del male, unica punto da cui è possibile intravedere, forse, una nuova feritoia verso il sereno vivere.Sono dovuta

Il pensiero di Alex – Insoluzioni (Francesco Destro)

Il pensiero di Alex – Insoluzioni (Francesco Destro)

Insoluzioni perché: l’amore resta, nella sua esplosione, nel suo godimento, nel suo cambiamento e nel suo estinguersi, fonte perennemente foriera di ispirazione  e riflessione; in questa triade poetica, Francesco Destro rende il sentimento amoroso la corda tesa dell’arco pronto a scoccare la sua freccia, quella della vita, che assume nuove forme e si trova, ancora

Sentire

Sentire

Ecco è arrivato il mio momento è il momento del mio delirio è il momento della consapevolezza è il momento della verità Ecco lo sento sento che sto cadendo sento che non mi farò più male sento che sarò più dura della terra sulla quale sto cadendo Ecco lo vedo Vedo la mia pace Vedo

Essere Re

Essere Re

“Indosserai soltanto del mio profumo che ti coprirà interamente addosso si adatterà completamente non farà pieghe o difetti lo lascerò di proposito poiché io porterò il tuo”   con questa promessa il Re si congedò e la sua amata Regina riuscì a riposare il giorno prima della battaglia la vigilia di una nuova conquista come

Il pensiero di Alex – Tempo rivoluzionario (di Adriana Tasin)

Il pensiero di Alex – Tempo rivoluzionario (di Adriana Tasin)

Tempo rivoluzionario perché: con stile quasi cronachistico fatto di date, eventi storici e versi interrotti, Tasin offre uno spaccato di intensa alternanza poetica tra micro e macro, tra personale e collettivo, mostrando come la grande storia si leghi alla piccola, e come dentro la piccola ci siano contraddizioni, spesso indicibili, che continuano a rappresentare però

Per ricominciare a vivere

Per ricominciare a vivere

Ti racconterò di me, amore mio, ti racconterò  di averti cercata dove non eri  per non trovarti, di non averti creduta,  di averti spinta via perchè non mi sono mai amato abbastanza.   Ti ho pensata nei viaggi interminabili, attimo dopo attimo, in dialoghi immaginari e baci sognati. Ti ho rivista nei calici di vino

Il pensiero di Alex – Di primavera è tutto terso (di Bartolomeo Smaldone)

Il pensiero di Alex – Di primavera è tutto terso (di Bartolomeo Smaldone)

Di primavera è tutto terso perché: con raffinata musicalità e uso sapiente della rima, Smaldone inscrive nella prima forma di disobbedienza la ribellione alle sciagure provocate dall’uomo alla sua stessa specie e all’ambiente che lo accoglie e di cui esso stesso fa parte; dando voce alla riflessione scaturente dalla visione di un tordo, l’autore trasla

Il pensiero di Alex – Scivolo nel trauma del risveglio (di Eleonora Rimolo)

Il pensiero di Alex – Scivolo nel trauma del risveglio (di Eleonora Rimolo)

Scivolo nel trauma del risveglio perché: la durezza dei versi rende orgogliosa la poesia di Rimolo che, pur dando voce al dolore e alla sofferenza, tiene tutto contenuto e composto, evitando ogni travalico emotivo; il dentro diviene un fuori descrivibile, in cui la perizia linguistica risulta sufficiente per penetrare le ferite semiaperte di tutti. Scivolo