Amore

Amore

AMORE Dell’amore ci credo, e ci spero. Dell’amore ci parlo, e ci canto. Per amore combatto, rido, ci  gioco, ci metto il cuore e mai la ragione e, per amor non dimentico. Di amore ci vivo, di amore piango e di amore  mi commuovo, poi di amore scrivo, e conservo ricordi. Con l’amore non scherzo,

L’attesa di te

L’attesa di te

Mi guardo le mani, i palmi sono pieni di righe che raccontano una storia. Sfioro le dita imperfette ma che mi permettono di fare tante cose, come accarezzare. E mentre sono qui, sogno la tua pelle morbida e profumata, qualcosa che non può essere descritto neppure quando potrò stringerti tra le mie braccia. Immagino e

Il silenzio

Il silenzio

Silenzio. Nessun rumore, nessuna parola. Voglio stare in silenzio, voglio ascoltare, voglio sentire. Il battito del cuore, il ritmo del respiro, un brivido sulla pelle, un battito di ciglia, una lacrima che scende, uno schiocco delle labbra. Piccoli e impercettibili suoni che solo stando in silenzio si possono sentire. Quante emozioni si possono provare stando

Gira e non si ferma

Gira e non si ferma

Gira la testa gira…..Gira e non si ferma. Soffia il vento e no, non aiuta, non e’ una bella cosa. Si lo sai, ci sei gia’ passato, conosci le dinamiche, dai del tu al panico. Ma fino a quando? Fino a che punto troverai appigli ? Riuscirai anche stavolta ad approdare su più quiete spiagge?

Occhi

Occhi

Occhi vitrei, di primo respiro, di primo pianto come splendide note di inno alla vita, di cuore che batteva già. Di manine aggrappate al seno e poi protese come una dolce preghiera, di primi sorrisi incantatori. Occhi che gattonano e muovono i primi incerti passi, esplorano curiosi – ”E questo? Cosa sarà? Assaggiamo!”- Occhi spaesati

Sulle righe del tempo

Sulle righe del tempo

È strano come oggi possa far male ieri e il domani sembra solo un traguardo irraggiungibile. Ma poi, lentamente, quel domani arriverà e per assurdo quello che un tempo era oggi ci farà male e di nuovo la catena di eventi che porteranno al domani. Perché non riusciamo a godere il presente ad assaporare il

Radici

Radici

Una domanda lo tormentava di continuo. Una domanda o un timore da svelare? Forse entrambi, forse nessuna delle due cose era ciò che lo teneva sveglio. Sarebbe stato come immaginava? O la realtà per una volta sarebbe stata un’alba più luminosa del previsto? Al peggio non voleva proprio pensare. In un’esistenza fatta di attese, finalmente

L’ultimo incontro

L’ultimo incontro

Le valigie fatte, la casa in ordine, tutto sistemato. Era pronta per il suo nuovo viaggio. Partiva spesso per lavoro, ma stava via solo per pochi giorni. Stavolta però era diverso, stava per dare una svolta decisa alla sua vita. Un nuovo lavoro, nuovo incarico, più prestigioso e a tempo indeterminato. Un po’ la spaventava

Il viaggio della piccola foglia?

Il viaggio della piccola foglia?

Il tempo ormai era giunto: uno sbuffo di vento e via a roteare nell’aria cadendo giù veloce, nell’angolo del marciapiede accanto alle mie sorelle che già mi aspettavano li. C’è confusione in giro, il tempo è umido, quasi sera. La gente passa ignorandomi come se non fossi la stessa foglia che in estate gli offrirà

Il canto della dama

Il canto della dama

Cresce la notte sui colli dorati, silenzi antichi circondano le nostre menti . Non parlare, ascolta il tuo silenzio, anima nobile che scruti l’orizzonte misterioso. Perche’ alto e’ il mistero della vita, oscuro il tuo cammino , nel lento incedere dei tuoi giorni senza sosta. Mi rivolgo a te, a te che ti sorprendi a

Un ristorante, a Sestri*

Un ristorante, a Sestri*

Non stava. Lui camminava, avanti e indietro sul pontile reso ristorante. Tutto era avvolto dal mare, lui per primo. Una frangia di costruzione, tavoli bianchi e bicchieri blu. No, nessuna fantasia. L’hanno pensato tutti, prima che arrivasse il gabbiano e le sue ali. Le maniche del maglioncino, avvolto con delicatezza al collo, di un marrone

Le cose e le parole

Le cose e le parole

Le Cose le vedi arrivare che neanche te ne accorgi. Le lasci passare, ti volti a guardarle mentre si fermano poco più in là. Fai finta di non riconoscerle mentre gli passi un’ultima volta davanti e provi ad andartene. Ma mentre tu sei via, le Cose ti pensano, pungono, scavano furiosamente come se quel buco

Il rivale 

Il rivale 

Linus era andato a letto presto quella sera perché si sentiva stanco e aveva freddo. I brividi lo costrinsero a raggomitolarsi ancora di più tra le coperte. Era sicuro che stesse per salirgli la febbre, si sentiva male. Subito si addormentò ma un rumore proveniente dal corridoio lo fece destare subito. Sentiva la testa girare

Racconto di te

Racconto di te

Si guardava allo specchio immersa nei suoi pensieri. Una mattina come tante, un preludio come un altro, da affrontare caricandosi, senza poter pensare al domani. Non tutto decidiamo nella nostra vita, non le cose belle, da accarezzare gelosamente, figuriamoci le avversità , sempre pronte a saltare fuori quando pensi di poter tirare il fiato. Scioglieva

Mi fido di te

Mi fido di te

Al supermercato stasera, una coppia con un carello già mezzo pieno, mi ha dato spunto per un argomento piuttosto importante: la fiducia. Tutto nasce dal fatto che dovendo scegliere un olio per condimenti la moglie indecisa su quale acquistare chiede al marito: “prendiamo questo o quello?” L’uomo si sofferma a guardare i prodotti come se